CONDIVIDI

Huansu Hyosow è il clone cinese della Lamborghini Urus.

Dalla Cina arriva l’ennesimo clone di un’auto occidentale. Stavolta nel mirino dei “designer” nipponici finisce la Lamborghini Urus, l’ultima creazione di Sant’Agata Bolognese che sta mietendo clienti in uno dei segmenti più apprezzati dagli automobilisti. Il suo nome è Huansu Hyosow del gruppo BAIC, che ha in essere diverse joint venture con case europee.

Il risultato è lontanamente paragonabile al super SUV Lamborghini, soprattutto dal punto di vista della qualità dei materiali e delle prestazioni, oltre che dal prezzo. Suv di grandi dimensioni, Hyosow dichiara un passo di 2 metri e 81 centimetri, siamo a 19 centimetri dai valori di Urus. Il copia e incolla inizia dal frontale, con il cofano motore che imita le muscolose nervature della Urus, ma impossibile ripetere l’aerodinamica. Simile anche l’andamento della fiancata, mentre in coda la firma luminosa della fanaleria è presa pari pari dalla Lambo.

Sotto il cofano della Hyosow ci sarà un non timido (ma non troppo) 1,5 litri benzina da 150 CV, in alternativa un 2,0 litri da 195 CV, in ogni caso ben poca roba rispetto al V8 4.0 da 650 cv della Urus. Il prezzo oscillerà tra i 15 e 25 mila dollari a seconda degli optional richiesti.