CONDIVIDI
Guida in Inverno
photo pixabay

La guida in inverno richiede alcuni accorgimenti ed una maggiore attenzione non solo relativamente al nostro atteggiamento al volante ma, in primis, anche sullo stato di salute del mezzo. Le basse temperature, il ghiaccio, la neve e la pioggia condizionano non solo il nostro modo di guidare ma anche molti particolari della nostra auto che è bene verificare. Ecco alcuni consigli sui controlli da effettuare per agevolare il nostro viaggio in condizioni invernali.

Cosa controllare

La prima cosa, in ordine di apparizione, da curare è la carrozzeria. Se la nostra auto è parcheggiata all’aperto in zone con temperature particolarmente basse è consigliabile coprirla con un telo protettivo per evitare che il gelo possa aggredirla. E’ buona norma l’utilizzo di cere protettive per preservarla dai vari prodotti antigelo sparsi sulle strade che, come la salsedine, possono risultare particolarmente corrosivi e quindi dannosi per la brillantezza della verniciatura.

Guida in inverno
photo pixabay

L’utilizzo del telo protegge, creando una sorta di intercapedine, anche guarnizioni, tergicristalli, ugelli lavavetro, manicotti del vano motore, serrature. Proprio le spazzole tergivetro meritano una particolare attenzione, infatti nei tratti autostradali se ne fa spesso uso. Un tergicristallo rovinato ostacola la guida in inverno non permettendo la corretta pulizia del parabrezza, creando aloni, o righe, può alterare sensibilmente la nostra visibilità.

guida in invero - tergicristallo
photo pixabay

Nel caso non si abbia una copertura per la vettura, ricordate, quando lasciate l’auto in sosta di notte, di sollevare le spazzole per preservarle dalla neve e dal gelo. Completando il nostro check-up esterno verifichiamo anche il funzionamento dei fari, delle frecce, degli stop; essere visti e altrettanto importate ,per la nostra sicurezza, quanto vedere. E’ consigliabile avere nel bagagliaio un kit di lampade sostitutive per poter intervenire in caso di necessità. Avere un faro non funzionante è, non solo pericoloso, ma soggetto ad una sanzione.

Nel vano motore

Apriamo ora il vano motore e andiamo a sincerarci dello stato d’uso dei vari manicotti e delle cinghie. Il grado di morbidezza è fondamentale per il loro corretto funzionamento e soprattutto occhio alle screpolature. Non esitate a sostituirli se qualcosa non “vi piace”. Passiamo quindi alla verifica della morsetteria della batteria, il freddo ne appesantisce il carico di lavoro specialmente sui motori diesel. E’ consigliabile avere con se dei cavi per il collegamento, in caso di necessità, ad una batteria esterna. Controlliamo i livelli di olio ed acqua aggiungendo a questa dell’antigelo sia nella vaschetta del liquido di raffreddamento del motore che in quella del lavavetri. Verificate sul libretto di uso e manutenzione quali sono i prodotti consigliati e più adatti. Aggiungiamo al Kit lampade ed ai cavi per la batteria, anche un flacone di antigelo per il gasolio nel caso la nostra vettura sia diesel.

Guida in inverno - Antigelo
photo web source

Si parte

Un ultimo sguardo alla pressione degli pneumatici invernali e, ora che tutto è in ordine, possiamo finalmente sederci al volante e prepararci per la partenza. Per evitare i fastidiosi appannamenti dei vetri è consigliabile l’utilizzo dell’impianto di climatizzazione che aiuta l’eliminazione dell’eccesso di aria umida. Allacciamo le cinture, mettiamo in moto. Si parte. Con questi piccoli accorgimenti, la giusta prudenza e rispettando le norme ed i limiti la nostra guida in inverno sarà più sicura.

CS

Può interessarti: Come si guida su neve e ghiaccio