CONDIVIDI
Volkswagen
©Getty Images

La procura di Braunschweig ha multato Volkswagen per oltre un miliardo di euro in seguito alla vicenda del dieselgate. Una sanzione che l’azienda non contesta, come hanno fatto sapere i vertici del colosso automobilistico. “Volkswagen accetta la multa e riconosce le sue responsabilità”, si legge infatti in una nota diffusa dal gruppo.

Secondo i risultati delle indagini della procura si sono verificate “delle violazioni circa l’obbligo di supervisione nel settore Sviluppo di aggregati relativamente al controllo dei veicoli”. Queste sarebbero “concause” del fatto che dalla metà del 2007 fino al 2015 “sono state vendute e messe in circolazione un totale di 10,7 milioni di veicoli con il motore diesel dei tipi EA 288 (Gen 3), negli Usa e in Canada, e del tipo EA 189, nel resto del mondo, con una funzione software illegale”, si afferma nel comunicato Wolkswagen. La casa automobilistica tedesca annuncia di non voler fare ricorso.

La sanzione vera e propria consiste in 5 milioni di euro, a cui si addizionano i 995 milioni che la casa di Wolfsburg deve dare a titolo di risarcimento per i vantaggi che ha tratto dall’utilizzo di un dispositivo software fraudolento. Il gruppo Vw dovrà trasferire il miliardo entro 6 settimane al Land della Bassa Sassonia, il secondo maggiore azionista di Volkswagen. Il colosso motoristico presume che “tale chiusura del procedimento avrà anche significativi effetti positivi su ulteriori procedimenti amministrativi attivi in Europa nei confronti di Volkswagen AG e delle sue controllate”.

L’ex Ceo Martin Winterkorn rischia 25 anni di carcere e una sanzione che potrebbe prosciugargli il patrimonio, secondo quanto riferisce la stampa tedesca. Nel 2017, nell’ambito del processo intentato negli USA dal Dipartimento di Giustizia contro la Casa tedesca per i motori Diesel con emissioni superiori alle norme nazionali, il Gruppo Volkswagen aveva patteggiato la pena per 4,3 miliardi di dollari.

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori