CONDIVIDI
Bugatti Chiron
Bugatti Chiron ((©Getty Images)

Bugatti Chiron e Veyron dotate di un sistema di telemetria che controlla 1000 dati dell’hypercar h24 e in ogni parte del mondo. Un filo diretto tra azienda e clienti unico al mondo.

Bugatti, uno dei marchi automobilistici più lussuosi al mondo, è stata la prima azienda a offrire un sistema di telemetria su un modello di produzione stradale che ha fatto il suo esordio sulla Veyron nel 2004. Adesso sarà applicabile anche sulla Chiron, l’hypercar con motore W16 da 8,0 litri e 1.500 CV in grado di raggiungere i 470 km/h di velocità massima.

I “dottori volanti” di Bugatti avviseranno in tempo reale su ogni minimo problema che sta riscontrando la Chiron, come ad esempio un pneumatico gonfiato in modo improprio. Questo sistema di telemetria è derivato dalle corse DTM e di Formula 1 e monitora la vettura 24 ore su 24 per 7 giorni a settimana. L’unica limitazione è che non funzionerà all’interno di un’area in cui non è presente copertura della rete di telefonia mobile. Dal lancio di Veyron 14 anni fa, la tecnologia è stata notevolmente migliorata e ora può monitorare circa 10.000 dati differenti.

Un filo diretto tra azienda e clienti

Tiene d’occhio i componenti chiave come il motore turbo, il cambio automatico a doppia frizione a sette velocità, oltre a componenti meno importanti come il sistema di infotainment e l’aria condizionata. Bugatti ha tre “dottori volanti” incaricati di supervisionare le Veyron e le Chironi in base alla posizione degli esemplari: uno è responsabile per l’Europa e la Russia; un altro gestisce il Medio Oriente e l’Asia / Pacifico, mentre il terzo si occupa del Nord America. Questi tre dottori volanti hanno il supporto dei meccanici della sede Bugatti a Molsheim, in Francia, nonché di quelli dei 34 concessionari e dei partner di assistenza dell’azienda di tutto il mondo. Il sistema di telemetria non è obbligatorio, poiché ai clienti viene data la possibilità di rinunciare al supporto in tempo reale che fornisce la diagnosi remota, ma perché dovrebbero?

Questo dispositivo è costituito da un computer portatile e una scatola di alluminio che misura 140 millimetri (5,5 pollici) di larghezza, 50 mm (2 pollici) di altezza e 100 mm (4 pollici) di lunghezza, installato nell’hypercar e che invia tutte le informazioni al laptop di Bugatti. Il sistema di telemetria altamente avanzato funziona in entrambe le direzioni in quanto non solo le Veyron o le Chiron possono inviare informazioni a Bugatti, ma il servizio clienti dell’azienda può trasmettere dati alle auto. Un modo per dire che Bugatti non vi lascia mai soli!

Luigi Ciamburro

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori