CONDIVIDI

BMW SERIE 5 ACTIVEHYBRID РDopo la presentazione ufficiale di BMW Serie 5 ActiveHybrid, avvenuta nel corso del Salone di Ginevra 2010, a marzo dell’anno corrente, e dopo la conferma che la commercializzazione della berlina ecologica avverrà entro il termine del 2011, di lei non s’è saputo più nulla: come procede lo sviluppo della versione ibrida di Serie 5? Proseguono i test su strada della tre volumi di segmento E, come testimoniano le immagini che oggi vi proponiamo.

Dopo l’annuncio, corredato di foto ufficiali e di dettagli specifici, dell’arrivo, nel 2011, della nuova Audi A6 Hybrid, BMW Serie 5 ActiveHybrid torna allo scoperto, quasi a voler ribadire che prima della tre volumi di Ingolstadt, in ordine di tempo, cioè cronologicamente parlando, c’è lei. L’anno venturo, dunque, prima o dopo, la gamma della famiglia Serie 5 di BMW si riempirà, oltre che della nuova M5, variante sportiva sviluppata dalla divisione M, anche della declinazione ibrida. I due muletti, impegnati nelle prove su strada, sono riconoscibili, come ecologici, per la decalcomania applicata sul portellone posteriore, che recita, fedele, la dicitura “Hybrid Test Vehicle”.

La nuova BMW Serie 5 ActiveHybrid sarà equipaggiata con il motore 3,0 litri N55 benzina di BMW Serie 5 535i: si tratta di un propulsore sovralimentato a geometria variabile, di 2.979 centimetri cubici di cilindrata, sei cilindri in linea, che eroga 306 cavalli di potenza. Un motore elettrico, affiancatogli, incrementa la potenza di circa 40 kW (54/55 cavalli), mentre la trasmissione automatica sequenziale Steptronic ZF ad otto rapporti gestisce l’architettura ibrida di questa versione. Non conosciamo i valori di coppia, consumo ed emissione di CO2 per chilometro della nuova Serie 5 ActiveHybrid, né i dati di accelerazione e velocità massima: è corretto supporre, ad ogni modo, che il motore elettrico dia un miglioramento a tutti questi dati rispetto a BMW 535i tout court.

Motorionline.com