CONDIVIDI
BMW i5
photo Auto Express

La Tesla Model X ha aperto le porte al nuovo segmento dei Suv premium elettrici, ma ben presto dovrà competere con altri modelli di brand avversari. Infatti Audi ha reso noto che dal 2018 scenderà in campo con la versione di serie della e-tron quattro e, secondo il magazine britannico Auto Express, anche BMW sta progettando la i5, che potrebbe essere presentata nel 2017, in occasione del centenario della casa tedesca.

D’altronde il segmento dei Suv è sempre più in crescita a livello mondiale, specialmente nel mercato cinese, e l’alimentazione elettrica sembra ormai destinata a sostituire diesel e benzina in un futuro non molto lontano. “Con la legislazione attuale sarà inevitabile avere auto a zero emissioni in gamma – ha ammesso Ian Robertson, Responsabile vendite e marketing di BMW, in un’intervista ad Auto Express – e quindi stiamo pensando di ampliare la nostra offerta elettrica”.

Del resto entro il 2020 la Germania dovrà raggiungere l’obiettivo di avere un milione di veicoli elettrici circolanti ed è prevedibile che saranno attivati degli incentivi nei prossimi anni. Probabilmente la nuova BMW i5 sarà realizzata in collaborazione con Toyota sfruttando le capacità della casa giapponese in materia di veicoli ibridi ed è facile attendersi un’autonomia superiore ai 500 km per consentire lunghi spostamenti senza correre il rischio di restare a piedi.

Dotata quasi certamente di un telaio in fibra di carbonio avrà prestazioni degne di nota, con una velocità massima di oltre 200 km/h. E visto il successo attuale dell’ibrida BMW i8 c’è da attendersi un grande boom di vendite future per la BMW i5, anche se la più piccola i3 non ha centrato gli obiettivi prefissati per diversi motivi: “Ci sono un sacco di fattori esterni coinvolti – ha detto Robertson – tra cui la politica di incentivi in alcuni Paesi, ma non in altri e i prezzi dei carburanti negli Stati Uniti. Ma la i3 è il terzo EV più venduto al mondo”.