CONDIVIDI

Aston Martin Valkyrie

 

L’Aston Martin è pronta a portare in strada la nuova Valkyrie. Ben 150 modelli prodotti e tutti venduti, con un costo di 2.5 milioni sterline. Una vettura all’avanguardia, in grado anche di superare la tecnologia oggi adoperata in Formula Uno. Gli appassionati potranno vederla all’opera in pista a Silverstone.

L’Aston Martin è pronta a sbalordire i propri fan con la Valkyrie, che di fatto sarà una sorta di vettura da Formula 1, in versione da strada. La casa britannica si è affidata ad Adrian Newey per questo progetto, collaborando con il Red Bull Racing Team. Si guarda al futuro e, stando a quanto riportato da ‘Autocar’, i materiali adoperati per quest’auto superano in tecnologia quelli attualmente utilizzati in Formula 1.

Quando si guarda a una vettura del genere si ha la precisa idea di ritrovarsi dinanzi un’auto eccessiva, estrema, in grado di superare ogni limite. L’idea alla base era proprio questo, dal momento che l’Aston Martin non ha posto alcuna restrizione regolamentare o economica per la Valkyrie. Quest’ultima è in grado di tener testa serenamente alla Mercedes-AMG Project One. Prestazioni da sogno, con Andy Palmer che tempo fa ha dichiarato di volerla portare a Silverstone, così da provarla in pista e mostrare come i suoi tempi siano quelli di una monoposto regolamentare.

Aston Martin Valkyrie supera la Formula Uno

La potenza di questa splendida due posti supererà i 1000 cavalli. Sul mercato ne arriveranno per esattezza 150 modelli, ma nessuno sarà acquistabile. L’Aston Martin li ha infatti già venduti, nonostante il costo non sia dei più bassi, pari infatti a 2.5 milioni di sterline. La Valkyrie punterà tutto sull’aerodinamica, con un rapporto peso-potenza di 1:1.

Portata alla massima velocità, la downforce sarà di 1.816 kg. Qualcosa di davvero mai visto, con la nuova nata di Aston Martin spinta da un motore V12 Cosworth da 6.5 litri. Sarà inoltre accoppiato un motore elettrico Rimac, con cambio Ricardo. Per avere un’idea di quale sarà l’aspetto degli esterni e dell’abitacolo, basterà vedere le foto pubblicate da Aston Martin lo scorso anno. La casa disse infatti che il progetto finale avrebbe rispettato al 95% il prototipo.