CONDIVIDI
Circuito di Losail
Getty Images

MotoGP 2019, Test Losail: programma, tempi e classifica finale

Dal 23 al 25 febbraio va in scena la seconda sessione di test MotoGP 2019 a Losail, in Qatar, là dove prenderà il via il Motomondiale il 10 marzo. Dopo i test effettuati a Sepang due settimane fa i sei costruttori ritornano in pista per mettere a punto gli ultimi dettagli soprattutto in termini di motore, dal momento che Honda, Yamaha, Ducati e Suzuki dovranno congelare il loro quattro cilindri nel primo week-end di gara, mentre Aprilia e KTM, grazie alle concessioni del regolamento, potranno continuare ad apportare modifiche nel corso della stagione.

MotoGP: gomme, motori e altri dettagli nel test di Losail

Il test di Losail sarà un’altra buona occasione per testare le nuove mescole Michelin 2019, sia all’anteriore che al posteriore, sia da asciutto che bagnato, anche se profili e carcasse resteranno identici a quelli della stagione precedente, dopo le ottime sensazioni rilevate da piloti e team. L’obiettivo delle nuove mescole è di garantire una minore usura pur preservando lo stesso grado di aderenza, così da poter garantire una sfida più serrata fino all’ultimo giro.

Ducati si cimenta negli ultimi dettagli sul telaio e l’aerodinamica, per cercare di migliorare la percorrenza a centro curva e limare qualche decimo sul giro che potrebbe rivelarsi utile nella sfida contro le Honda di Jorge Lorenzo e Marc Marquez. Dopo due stagioni da vicecampione, Andrea Dovizioso non ha dubbi sugli obiettivi del prossimo campionato: vincere il titolo mondiale.

In casa Honda oltre che sul motore si lavora su aerodinamica ed elettronica per cercare di dare più stabilità all’anteriore e guadagnare cavalli sul rettilineo, dove ancora perde rispetto alla Desmosedici. Yamaha è ancora alle prese con il quattro cilindri in linea che necessita di regolazioni elettroniche per cercare di risolvere l’annoso problema dell’accelerazione e del grip al posteriore con gomme usate. Suzuki proseguirà lo sviluppo della GSX-RR di Alex Rins e Joan Mir: dopo le positive impressioni registrate a Sepang Davide Brivio & Co. lavorano sugli ultimi dettagli. Aprilia e KTM vanno alla ricerca di più potenza e grip, sono ancora in fase di sperimentazione e l’evoluzione dei loro prototipi procede a 360 gradi, dal motore all’elettronica, dal telaio alle sospensioni.

Di seguito tempi e classifica della prima giornata di Test in Qatar.

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori