Mercedes Classe R, una nuova vita dal futuro “elettrizzante”

Mercedes-Benz vuole riportare in vita la semidefunta Classe R con un’innovazione e uno stile decisamente “elettrizzante”
mercedes classe r(Image by Motor1)

Con l’eccezione della Cina, Mercedes-Benz ha abbandonato la Classe R nella sua linea di produzione per una ragione convincente: i numeri di vendita sono stati pessimi.

Il minivan non è abbastanza attraente neanche per gli appassionati, anche con l’esistenza della R63 che utilizza un motore V8 da 6,2 litri costruito a mano in grado di produrre 503 cavalli e 630 Newton-metri di coppia.

La semidefunta Classe R sta quindi per tornare in auge? Beh, non del tutto, se dobbiamo credere a quest’ultimo scoop della rivista Car Magazine.

Secondo la pubblicazione britannica, la Mercedes sta riportando in vita la Classe R, ma come un SUV completamente elettrico che porterà il marchio Mercedes-AMG GLR. Tuttavia, è stato sottolineato che il modello è in linea con la gamma Mercedes EQ, il che potrebbe significare che potrebbe arrivare con una targhetta EQR.

Il rapporto di Car Magazine ha proseguito e discusso su cosa alimenterà il SUV elettrico a sette posti. Un alimentatore da 105 chilowattora alimenterà i tre motori che muoveranno il veicolo. Combinati, la potenza raggiungerà 1.006 CV e i 1.350 Nm di coppia – numeri eccessivi, ma ricordate che avrà il badge AMG, quindi non saremo sorpresi di trovarli effettivamente nella vettura di produzione.
mercedes classe r

(Image by Motor1)Come sempre, prendete questo rapporto con un sano pizzico di scetticismo, anche se è chiaro che Mercedes stia puntando molto sul mondo dell’elettrico. Un’ampia gamma di prodotti elettrici rende il marchio tedesco a prova di futuro, considerando le normative sulle emissioni che diventano sempre più severe.

Leggi anche -> Mercedes: partnership con Geely per la creazione di nuovi motori

La Mercedes-AMG GLR o EQR, completamente elettrica, dovrebbe arrivare entro il 2025, secondo il rapporto di Car Magazine. Ne sapremo di più nei mesi o negli anni a venire, e terremo sicuramente d’occhio ogni sviluppo recente.