Fabio Quartararo: “Felice per le tre vittorie, ma sono un po’ triste”

Fabio Quartararo amareggiato per il finale di stagione. 8° posto in classifica iridata: “Sono un po’ triste”.

Fabio Quartararo
Fabio Quartararo (getty images)

La stagione 2020 di Fabio Quartararo si chiude al di sotto delle aspettative. 14° nel GP di Portimao, 8° in classifica finale, ben lontano dai numeri ottenuti nelle prime due gare di Jerez dove ha conquistato due vittorie di fila. L’opaca prestazione in terra portoghese gli ha fatto perdere ulteriori posizioni in classifica, superato da uno strepitoso Jack Miller. “Ho avuto un problema con il ‘dispositivo holeshot’ alla partenza, quindi ho perso alcune posizioni”, ha rivelato il pilota Petronas SRT. “Dopodiché ho dovuto lottare con problemi al braccio per metà gara, il che è strano perché non ho più avuto questo problema dall’intervento”.

Dal prossimo anno Fabio Quartararo vestirà i colori del team factory. Portimao è il momento dei saluto con Petronas, il team che ha puntato su di lui e gli ha consentito di emergere nel 2019. “L’ultima gara con la squadra è stata piuttosto emozionante, purtroppo non è finita come volevo. Volevo finire con un ottimo risultato. Il feeling con la moto era buono e penso che avremmo potuto lottare per un posto tra il 5° e l’8°. Peccato che i problemi al bracciano mi abbiano impedito”. Il 21enne di Nizza ha vissuto una fase discendente nella seconda parte di campionato, impedendogli di puntare al titolo mondiale e condannandolo a finire dietro al suo compagno di squadra Franco Morbidelli. “Quando le ultime sei gare sono andate così male, è difficile dire: ‘Sono contento della stagione’. Ma posso dire che questa stagione mi ha regalato tre vittorie. Alcuni piloti non vincono mai in MotoGP, ho già tre vittorie all’attivo. Quando ci ripenso, è davvero positivo. Quindi in un certo senso è stata una grande stagione, ma sfortunatamente il finale non è stato eccezionale. Ecco perché sono un po’ triste”.

Fabio Quartararo a Portimao (getty images)