Morbidelli: “Non faccio strategie, penso ad andare forte”

Franco Morbidelli ha spiegato che di solito non è un pilota tattico, ma pensa più al sodo, per questo è uscito per primo in qualifica.

Franco Morbidelli (Getty Images)
Franco Morbidelli (Getty Images)

Franco Morbidelli è stato uno dei grandi protagonisti delle qualifiche di oggi. Il rider italo-brasiliano dopo aver passato il taglio della Q1 ha dominato la Q2 dall’inizio sino a 30 secondi dalla fine quando è stato sopravanzato da un ottimo Oliveira. Il pilota del Team Petronas però, grazie al 2° posto ottenuto, punta nuovamente al successo domani.

A margine delle qualifiche, il pilota italiano ha così affermato ai microfoni di “Sky Sport”: “È stata una giornata dura perché questa mattina abbiamo perso un po’ il feeling, non riuscivo a trovarmi a mio agio con la moto. Abbiamo provato un setting un po’ estremo che ieri andava bene, mentre oggi no. Abbiamo cercato di lavorare e fortunatamente ci siamo riusciti. Nel Q1 mi sono sentito subito a mio agio. Alla fine ho avuto un po’ paura, ma sono passato”.

Morbidelli: “Avevo finito le soft”

Morbidelli ha poi proseguito: “In Q2 sono partito con la media perché avevo finito le gomme. Nonostante questo però ho subito fatto il tempo che avevo fatto con la soft e quindi ho pensato che potevo fare bene. Alla fine sono usciti due bei tempi e va bene così. Io penso poco alle strategie e voglio solo guidare al massimo”.

Infine il rider del Team Petronas ha così concluso: “Sembra che il destino mio e quello di Aleix Espargaro si incrocino spesso, soprattutto in qualifica. In Q1 però non c’era solo lui, c’erano tanti piloti un po’ ovunque, ma nonostante quello è andata bene e ho fatto il tempo. Se non fossi entrato magari ora starei qui a lamentarmi che ci sono tutti questi piloti che aspettano”.

Antonio Russo

Morbidelli (Getty Images)
Morbidelli (Getty Images)