Lorenzo non ha preso bene il licenziamento. E se la prende con Crutchlow

Jorge Lorenzo ha sfogato contro il suo sostituto Cal Crutchlow tutta l’amarezza per essere stato appiedato dal ruolo di collaudatore Yamaha

Jorge Lorenzo e Cal Crutchlow (Foto Jorge Guerrero/AFP via Getty Images)
Jorge Lorenzo e Cal Crutchlow (Foto Jorge Guerrero/AFP via Getty Images)

Jorge Lorenzo non ha decisamente preso bene la scelta della Yamaha di appiedarlo alla fine di questa stagione e di assumere al suo posto, come nuovo collaudatore del team ufficiale, Cal Crutchlow. Tanto da sfogare tutta la sua frustrazione su un messaggio nel suo profilo ufficiale di Twitter, in cui ha definito la mossa “come uno scambio tra oro e bronzo”.

L’oro, naturalmente, in questa metafora sarebbe lui, cinque volte campione del mondo, mentre il bronzo sarebbe il pilota inglese, che non ha certamente ottenuto i suoi stessi risultati in carriera, ma ha comunque vinto cinque Gran Premi nella classe regina. E va detto anche che il contributo apportato alla Casa dei Diapason in questa stagione come test rider dal maiorchino è stato piuttosto scarso, quando non addirittura deludente.

La risposta di Crutchlow a Lorenzo

Quando gli è stato chiesto di rispondere all’attacco, decisamente poco sportivo, che gli è stato riservato dal collega che sarà chiamato a sostituire il prossimo anno, Crutchlow non gli ha riservato una delle sue consuete dichiarazioni al vetriolo, senza peli sulla lingua. Al contrario, ha preferito glissare cavallerescamente.

“Alla fine non ho davvero niente da dirgli”, sono state le parole di Cal. “Lui si sente come si sente. Io lo rispetto pienamente come pilota, essendo un cinque volte campione del mondo, come non smette mai di ricordare. È un corridore incredibile e molto, molto speciale in moto, ma questo non significa che sia anche un grande collaudatore. Tutto qui. Penso che bisogna prendere alcune delle cose che dice con un po’ di buon senso e andare avanti”.

Crutchlow, insomma, scuote semplicemente le spalle, ma non rinuncia comunque a lanciare una stoccata finale a Lorenzo: “Sono sicuro che quello che ha detto fa più male a lui che a me. Io do alle sue parole il giusto peso, perché vengono da una persona che va in giro a dirne sempre di tutti i colori su tutti. Alla fine non mi tocca, sono felice, ho delle cose da fare, ho una famiglia e degli amici. Lui, ovviamente, a casa si annoia e basta”.

Leggi anche —> MotoGP, ufficiale: Yamaha ingaggia Crutchlow e scarica Lorenzo

Jorge Lorenzo e Cal Crutchlow (Foto Mirco Lazzari gp/Getty Images)
Jorge Lorenzo e Cal Crutchlow (Foto Mirco Lazzari gp/Getty Images)