Portimao, l’ultima gara di Andrea Dovizioso vale 1 milione di euro

Andrea Dovizioso a Portimao proverà l’assalto al podio iridato. Per il forlivese ci sarebbe un bonus da un milione di euro in caso di successo.

Andrea Dovizioso
Andrea Dovizioso (getty images)

Il Ducati Team è pronto per affrontare l’ultimo round stagionale del 2020, con Danilo Petrucci che cerca di agguantare disperatamente la top-10 e Andrea Dovizioso che prende di mira il podio iridato. Per entrambi sarà l’ultima uscita con la Ducati Desmosedici, tra l’altro su un circuito inedito per la classe regina: l’Autódromo Internacional do Algarve de Portimão, che ospiterà una gara MotoGP per la prima volta nella storia.

Per i piloti di Borgo Panigale non sarà la prima volta assoluta sulla pista portoghese, in quanto Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci hanno partecipato ad una giornata di test con la Ducati Superleggera V4 lo scorso ottobre, mentre il pilota del Ducati Test Team, Michele Pirro, ha raccolto alcuni dati con la Desmosedici GP quello stesso giorno. Il GP del Portogallo rappresenterà per Dovizioso l’ultima gara con la Ducati dopo otto stagioni in cui ha collezionato 14 vittorie, 40 podi e 6 pole position. Il forlivese, attualmente sesto in classifica generale e a pari punti con Fabio Quartararo (quinto), ha ancora opzioni matematiche per lottare per il secondo e terzo posto in campionato.

17 punti separano ‘Dovi’ dal secondo classificato Franco Morbidelli, mentre il terzo posto di Alex Rins dista solo 13 lunghezze. Per Andrea finire nei primi tre è importante dal punto di vista economico, poiché secondo quanto rivela Motorsport.com riceverebbe un bonus di quasi un milione di euro se riuscisse a chiudere la stagione sul podio iridato. Un buon modo per chiudere l’avventura con Ducati prima di prendersi un anno sabbatico. La mancata penalizzazione in classifica della Yamaha a Jerez, in seguito al problema delle valvole, rende questa impresa più difficile e non a caso il Dovi starebbe pensando di fare causa alla Ducati per non essersi opposta nella riunione MSMA.

Andrea Dovizioso (Foto Ducati)
Andrea Dovizioso (Foto Ducati)