MotoGP, che fine ha fatto Bradley Smith? “Non mi hanno licenziato”

Bradley Smith ha dovuto cedere la sella dell’Aprilia RS-GP nelle ultime tre gare del 2020. Ma l’inglese spera ancora di rientrare nei piani di Noale.

Bradley Smith (getty images)dley smith

Bradley Smith ha sostituito lo squalificato Andrea Iannone nelle prime undici gare della stagione 2020 per Aprilia. Il pilota inglese ha ottenuto cinque punti in classifica prima di lasciare il posto a Lorenzo Savadori nelle ultime tre gare. Quale sarà il suo destino? Aprilia non lo ha ancora licenziato e nutre ancora qualche speranza per non lasciare definitivamente la classe MotoGP, anche se in veste di collaudatore. “Non sono stato licenziato! Mi è stato detto che sarebbe stato per il bene dell’azienda se Savadori avesse ottenuto un po ‘di tempo in pista”, ha detto Smith a ‘The Race’ . “Lo capisco. Non è un vantaggio per me, certo, ma vedo i vantaggi per Aprilia”.

Aprilia non ha licenziato Smith

Dopo la sentenza definitiva di Andrea Iannone, la casa di Noale potrebbe decidere di tenersi Bradley Smith. “Quando hanno preso la decisione, credevano che non fossi necessario nel 2021. Ma ogni giorno che passa, guardano indietro e penso di essere ancora necessario”. Sia come pilota che come tester. “Dovrò aspettare e vedere cosa decideranno. Posso fare entrambi i compiti molto bene, ma la mia preferenza è sempre quella di correre”.

Il britannico ricorda di aver continuato con l’evoluzione della RS-GP nel corso dell’intera stagione. “Non ho mai avuto due moto dello stesso tipo e ho sempre avuto qualcosa di nuovo, sia sul telaio, sia nella configurazione del motore o nell’elettronica”. Del resto l’Aprilia non è una moto facile dove il primo che sale può raggiungere risultati importanti. “Uso Petrucci come esempio: quando è arrivato in Ducati, all’inizio non era necessariamente visto come l’uomo ideale. Ma si è evoluto anno dopo anno. Non c’è successo dall’oggi al domani in questo sport. Ci è voluto anche più tempo per KTM e Pol. So anche in quale direzione deve andare nel 2021 e anche loro ci stanno pensando – ha concluso Bradley Smith -. Quindi sarebbe anche bello far parte del progetto”.

Bradley Smith nei test con la Aprilia MotoGP (Foto Mirco Lazzari gp/Getty Images)
Bradley Smith nei test con la Aprilia MotoGP (Foto Mirco Lazzari gp/Getty Images)