Cal Crutchlow: “La gente non accetta che Marc Marquez sia il migliore”

Cal Crutchlow esalta il talento di Marc Marquez alla vigilia della sua ultima gara in MotoGP: “Migliore di tutti gli altri”.

Cal Crutchlow (Foto JOE KLAMAR/AFP via Getty Images)
Cal Crutchlow (Foto JOE KLAMAR/AFP via Getty Images)

Cal Crutchlow chiude la decennale carriera in MotoGP nel prossimo week-end a Portimao, dopo di che si dedicherà alla sua nuova mansione di collaudatore per la Yamaha. Dopo sei stagioni con la Honda dice definitivamente addio alle gare per dedicare più tempo alla famiglia, entusiasta per questa sua decisione. Del resto la lunga catena di infortuni ha messo a dura prova il fisico del 35enne pilota britannico, vincitore di tre GP con la RC213V.

Prima dell’addio Cal ha voluto fare un bilancio della sua esperienza in HRC, con una moto spesso difficile da controllare sull’avantreno, ma che ha portato Marc Marquez a vincere ben sei titoli iridati negli ultimi otto anni. Nel corso del podcast ‘In the Fast Lane’ ha esaltato le doti del fenomeno di Cervera, un fuoriclasse unico nel so genere e senza paragoni. “È semplice, è migliore di tutti gli altri. Il problema è che in MotoGP e in altri campionati del mondo le persone non accettano che questa sia la verità. Ovviamente vai a una gara e pensi di poterlo battere – ha detto Cal Crutchlow -. Sai che non è invincibile, non ha vinto tutte le gare a cui ha partecipato. Ma su una moto, nessuno in griglia è migliore di lui. Chi può battere Marc? Se guardi l’intera griglia, il talento, la velocità e la naturale capacità di guidare qualsiasi moto, penso che Jack Miller sia l’unico che può sfidare Marc Marquez”.

Cal Crutchlow e Marc Marquez (Getty Images)
Cal Crutchlow e Marc Marquez (Getty Images)