Bottas rivela il vero motivo per cui non riusciva a stare in pista in Turchia

Il Gp della Turchia di Bottas è stato disastroso. Il finnico della Mercedes spiega perché ha commesso tanti errori. 

Valtteri Bottas (©Getty Images)

Peggio di così non poteva andare per Valtteri Bottas. Proprio nel weekend della consacrazione a sette volte campione del mondo del compagno di squadra Lewis Hamilton il finlandese è stato protagonista di un round di Istanbul davvero difficoltoso. E’ vero, tutto è partito da un primo giro all’insegna di un’uscita, ma come mai il finlandese non è più riuscito a recuperare dalla tredicesima posizione in cui si è trovato dopo l’escursione sulla ghiaia? La risposta l’ha fornita lui stesso. “Sui rettilinei il volante non stava diritto. La macchina tendeva verso sinistra ed anche nelle curve la situazione non era delle migliori”, ha spiegato il #77. Il problema sulla sua auto sarebbe cominciato proprio a seguito dell’episodio alla tornata 1 e peggiorato da un contatto alla curva 9 proprio mentre il driver di Nastola tentava di rientrare in pista.  A ciò vanno aggiunti i testacoda a catena. “Ho preso dei rischi commettendo degli errori, ma le condizioni erano davvero complicate. Anzi, credo che sia stato il GP più difficile che ho disputato in F1”, ha poi dichiarato. Una monoposto compromessa e un meteo avverso a rendere il fondo come sapone sarebbero state quindi le cause scatenanti della debacle clamorosa del biondo.

A dare ragione al finlandese, il connazionale Kimi Raikkonen, uno poco avvezzo a cercare scuse per motivare una performance non all’altezza. Anche secondo Iceman la corsa di domenica sarebbe stata “durissima e tutt’altro che divertente” per via un asfalto viscido più del ghiaccio.

Di recente aiutato dalla fidanzata ciclista che gli starebbe dando lezioni di autostima, crediamo che il 31enne avrà bisogno di un’altra seduta. Noie alla vettura a parte, la differenza di livello con Ham è stata a dir poco imbarazzante e per fortuna che ha già firmato il contratto, altrimenti sarebbe stata in pericolo la sua conferma.

Valtteri Bottas (Foto Lat Images/Mercedes)
Valtteri Bottas (Foto Lat Images/Mercedes)

Chiara Rainis