MotoGP, Danilo Petrucci: “Dopo 12 giri temevo l’incidente”

Danilo Petrucci a Portimao saluterà Ducati dopo sei stagioni insieme. Il pilota umbro spera di chiudere il ciclo con un buon risultato.

Danilo Petrucci
Danilo Petrucci (getty images)

Penultima gara in sella alla Ducati per Danilo Petrucci che ha lottato con la mancanza di grip dopo appena cinque giri. 15esimo posto finale e un solo punto per il pilota umbro, che verso metà gara ha quasi rischiato di cadere e diventare un pericolo anche per gli altri piloti. A Portimao farà la sua ultima gara per il team di Borgo Panigale prima di passare alla Red Bull KTM Tech3.

A Valencia aveva aspettative migliori, su un circuito solitamente amico alla Desmosedici GP: “Mi aspettavo di più. Non ho fatto un buon primo giro, ma dopo cinque giri è peggiorato. Ho avuto poca aderenza. Al 12° giro il grip era completamente sparito, a me non è mai successo. Avevo davvero paura di avere un incidente”. Ma è andata bene e alla fine il 30enne ha ottenuto un punto per la classifica generale, mentre Andrea Dovizioso si è dovuto accontentare della ottava posizione.

Fra pochi giorni si ritorna in pista sul nuovo tracciato portoghese di Portimao, per Danilo Petrucci sarà l’ultimo week-end con la Ducati prima di chiudere un ciclo di alti e bassi, durato ben sei anni fra team Pramac e team ufficiale, che ha portato a 8 podi e 2 vittorie, l’ultima a Le Mans. “Nel 2011 ho guidato lì (in Portogallo, ndr) la mia ultima gara nel campionato Superstock prima di passare alla MotoGP e vincere a Portimao. Mi piace questa pista, ma ovviamente ci sono molti punti interrogativi con una MotoGP. Vorrei salutarvi con un buon risultato”.

Leggi anche -> MotoGP, Fabio Quartararo: “Bravo Morbidelli, ma la moto 2019 più coerente”

Danilo Petrucci
Danilo Petrucci (getty images)