Mercedes, primi test per le nuove EQS e EQA nel rispetto dell’ambiente

In questo video scopriremo cosa ci attenderà quando i motori a combustione spariranno dalle strade di tutto il mondo

mercedes eqs
(Image by Motor1)

Insieme alle sue imprese di Formula 1, Mercedes-Benz è ugualmente impegnata a prendersi cura del pianeta. Un recente video su YouTube mostra un’anteprima dei prossimi modelli EQA e EQS, oltre a uno sguardo al loro terreno di prova.

Il Testing and Technology Center del marchio a Immendingen, in Germania, è uno dei più impressionanti che abbiamo visto finora; la struttura dispone di 30 diversi circuiti che generano un totale di 68 chilometri di asfalto per i veicoli da utilizzare. La maggior parte dei circuiti ricreano strade di tutto il mondo per consentire a Mercedes-Benz di rimanere all’interno e non inquinare inutilmente l’ambiente dovendo viaggiare per completare i test di validazione.

Leggi anche -> Mercedes-AMG C53 2022, prime immagini spia del modello in arrivo

Una volta che l’ospite del video, Matt, ha finito di presentare il circuito, va a incontrare Jens ten Brink, un ingegnere di prova Mercedes-Benz e guida turistica onoraria. L’EQA che hanno guidato per primo li ha portati a superare alcuni interessanti ostacoli sul percorso. Insieme a un test per assicurarsi che i componenti elettrici possano affrontare un po’ d’acqua, il duo passa ai comandi che la casa automobilistica tedesca usa per valutare la sensazione di sterzata. Dopo un po’ di guida “movimentata”, tornano indietro per dare un’occhiata all’EQS.

Oltre a fornire un’eccellente piattaforma di test per i suoi veicoli, la struttura di Immendingen si preoccupa anche della sostenibilità. Per questo motivo, ci sono pannelli solari sparsi ovunque e in ogni parte del circuito insieme a numerosi prati erbosi che danno agli animali lo spazio di cui hanno bisogno per prosperare. Brink ha chiarito che la casa automobilistica tedesca voleva restituire alla natura tanto quanto è servito per costruire l’impianto.

mercedes eqs
(Image by Motor1)

Dopo essere saliti a bordo dell’EQS – ancora con un bel po’ di mimetismo – è chiaro che questi veicoli sono molto divertenti da guidare. Non siamo ancora arrivati al canto del cigno della combustione interna, ma è bello sapere che ci sarà ancora da divertirsi quando arriverà quel momento.