Hamilton insoddisfatto: “Una delle qualifiche meno divertenti della carriera”

Pur essendo fortissimo con la pioggia, Lewis Hamilton non va oltre la sesta piazza nelle qualifiche bagnate del Gran Premio di Turchia

Lewis Hamilton nelle qualifiche del Gran Premio di Turchia di F1 2020 a Istanbul (Foto Lat Images/Mercedes)
Lewis Hamilton nelle qualifiche del Gran Premio di Turchia di F1 2020 a Istanbul (Foto Lat Images/Mercedes)

Le qualifiche bagnate del Gran Premio di Turchia hanno portato in dote a Lewis Hamilton appena il sesto posto in griglia di partenza. Un risultato davvero insolito, non solo per un pilota abituato a dominare sul giro secco, ma ancor più per un re della pioggia come lui. Eppure stavolta la mancanza di aderenza del circuito di Istanbul, di cui già l’anglo-caraibico si era lamentata al termine delle prove libere di ieri, gli ha impedito di brillare.

“Non ricordo tutte le qualifiche della mia carriera”, mette le mani avanti Hamilton. “Ma probabilmente questa è stata una delle meno divertenti, se non la meno divertente in assoluto. Soprattutto perché il tracciato è grandioso, ma l’aderenza è talmente scarsa che non riusciamo ad andare forte come vorremmo in curva. Per il resto è una sfida, e a noi le sfide piacciono”.

Più di così era impossibile fare, secondo l’iridato in carica: “La pista è terribile, come guidare sul ghiaccio. Per qualche ragione, alcuni altri piloti riescono a portare le gomme in temperatura meglio di noi, ma penso che alla fine tutti quanti facciamo fatica. Io ho fatto del mio meglio, non mi sono girato, non ho commesso errori, quindi in generale sono contento”.

Bottas ancora più in difficoltà di Hamilton

Domani Hamilton potrebbe comunque portare a casa ugualmente la certezza matematica della conquista del suo settimo titolo mondiale, se il suo compagno di squadra e unico rivale rimasto, Valtteri Bottas, non guadagnerà almeno otto punti in più di lui. E il finlandese scatterà addirittura dietro a lui, dalla nona piazzola, dopo aver incontrato problemi analoghi.

“Non riuscivo a portare in temperatura le gomme, quello è stato il problema principale”, ha spiegato Bottas. “Era molto facile superare il limite e mentalmente questo è stato molto stancante. Bisognava rimanere super concentrati per tutto il tempo, perché bastava un errore per rovinare la sessione. Almeno sono rimasto in pista per la maggior parte del turno, ma comunque non è stata la migliore delle qualifiche”.

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas dopo le qualifiche del Gran Premio di Turchia di F1 2020 a Istanbul (Foto Lat Images/Mercedes)
Lewis Hamilton e Valtteri Bottas dopo le qualifiche del Gran Premio di Turchia di F1 2020 a Istanbul (Foto Lat Images/Mercedes)