Motore sostituito: pilota arretrato in fondo alla griglia del GP di Turchia

George Russell dovrà montare il quarto nuovo motore Mercedes sulla sua Williams al Gran Premio di Turchia: finirà in fondo alla griglia

George Russell in pista sulla Williams al Gran Premio di Turchia di F1 2020 a Istanbul (Foto Rudy Carezzevoli/Getty Images)
George Russell in pista sulla Williams al Gran Premio di Turchia di F1 2020 a Istanbul (Foto Rudy Carezzevoli/Getty Images)

George Russell prenderà il via del Gran Premio di Turchia di questa domenica dal fondo della griglia di partenza. La Williams ha infatti deciso di sostituire sia il motore a combustione interna che il turbocompressore che la Mgu-H, all’interno del propulsore Mercedes sulla vettura del pilota inglese.

Per tutti gli elementi in questione si tratta della terza sostituzione in stagione: dunque è stato superato il limite previsto dal regolamento tecnico, da qui la sanzione che lo farà scattare dalle retrovie. Russell ha montato anche una quarta Mgu-K, ma in questo caso non è previsto alcun arretramento perché questo componente rientra nel tetto consentito dalle norme.

Si complica il GP di Turchia per Russell

I problemi a livello di affidabilità sui motori di Russell erano nati fin dal Gran Premio inaugurale della stagione, in Austria, dove il britannico era stato vittima di una rottura del propulsore della sua FW43 e si era subito reso necessario sostituire gli elementi guasti. Nonostante la gara di domenica si metta subito in salita per lui, dunque, Russell resta ottimista in vista dell’appuntamento di Istanbul, un circuito che offre molte opportunità di sorpasso.

“Naturalmente la nostra vettura è sempre più a suo agio con piste più corte e dal carico aerodinamico più elevato, come Budapest“, ha spiegato in conferenza stampa, “perché abbiamo un’elevata resistenza all’avanzamento che ci rende molto lenti in rettilineo, anche se abbiamo un motore mostruoso come quello Mercedes. Ma questo tracciato è nuovo per tutti e, con condizioni più fresche e la brutale curva 8, sarà interessante vedere come reagiranno le gomme. Questo potrebbe portare delle sorprese, perciò speriamo di poterle sfruttare al massimo”.

George Russell in pista sulla Williams al Gran Premio di Turchia di F1 2020 a Istanbul (Foto OZAN KOSE/POOL/AFP via Getty Images)
George Russell in pista sulla Williams al Gran Premio di Turchia di F1 2020 a Istanbul (Foto OZAN KOSE/POOL/AFP via Getty Images)