MotoGP Valencia, Prove Libere 2: tempi e classifica finale

Tempi e classifica delle FP2 del GP di Valencia. Miglior crono di Jack Miller davanti a Taka Nakagami e Pecco Bagnaia. Valentino Rossi fuori dalla top-10.

Valentino Rossi
MotoGP, Valentino Rossi a Valencia (getty images)

Seconda sessione di prove libere a Valencia, al mattino il più veloce è stato Taka Nakagami. 20°C la temperatura dell’aria, cieli poco nuvolosi e asfalto asciutto. Team al lavoro sul passo gara, dato che le condizioni in vista di domenica saranno identiche. La hard sembra la strategia meno consigliata, come dimostrato da Franco Morbidelli nella gara di domenica scorsa. “Tutte le soluzioni sono possibili tranne la soft all’anteriore che risulta troppo morbida – spiega Piero Taramasso a Sky Sport MotoGP -. La hard al posteriore ci può stare, ma forse la miglior scelta è la media”.

Davide Tardozzi riassume il lavoro nel box della Ducati factory in queste FP2. “Petrucci sta lavorando alla ricerca del grip al posteriore, forse ha trovato qualcosa. Andrea è più concentrato sull’anteriore dove ha bisogno di maggiore stabilità in frenata all’ingresso di curva”. Ancora una volta sono le GP20 del team Pramac a risultare più veloci con Jack Miller che firma il best lap in 1’30″6

Il primo crono interessante ancora una volta viene firmato da Nakagami in 1’30″713, anche se viene spodestato dall’australiano. Seconda caduta per Alex Marquez che è finito sull’asfalto prima in curva 2 e poi alla 4. 7° Cal Crutchlow con un gap di 7 decimi. Solo 18° Valentino Rossi, anche Fabio Quartararo fuori dalla top-10. Dentro, invece, Maverick Vinales e Fraco Morbidelli nella classifica combinata.

Cade alla curva 4 anche il leader del campionato Joan Mir: “Stiamo provando la dura all’anteriore, che domenica non abbiamo avuto tempo di provarla. Domenica scorsa siamo andati bene, ma qui potrebbe essere una opzione, anche se per domenica è prevista una temperatura più alta. Potrebbe garantire maggiore stabilità in frenata, per adesso raccogliamo dati – ha detto Davide Brivio -. Mir ci sta sorprendendo per la calma e la tranquillità che trasmette. L’approccio è di affrontare gara per gara.

POS # RIDER GAP
1
43
J. MILLER
1:30.622
2
30
T. NAKAGAMI
+0.091
3
63
F. BAGNAIA
+0.120
4
44
P. ESPARGARO
+0.199
5
5
J. ZARCO
+0.277
6
4
A. DOVIZIOSO
+0.304
7
35
C. CRUTCHLOW
+0.308
8
42
A. RINS
+0.325
9
41
A. ESPARGARO
+0.367
10
12
M. VIÑALES
+0.440