Leclerc va forte e se la gode: “Uno spasso, qui la Ferrari è competitiva”

Charles Leclerc porta la Ferrari al secondo posto nelle prove libere del Gran Premio di Turchia. Sebastian Vettel solo ottavo

Charles Leclerc in pista nelle prove libere del Gran Premio di Turchia di F1 2020 a Istanbul (Foto Ferrari)
Charles Leclerc in pista nelle prove libere del Gran Premio di Turchia di F1 2020 a Istanbul (Foto Ferrari)

Chi ben comincia è a metà dell’opera. Un vecchio adagio al quale la Ferrari attaccherà tutte le sue speranze, al termine di questo venerdì di prove libere del Gran Premio di Turchia. Già, perché il weekend di gara di Istanbul non poteva cominciare meglio per Charles Leclerc, che ha chiuso secondo solo alla Red Bull di Max Verstappen.

E dire che il tracciato era completamente nuovo per il monegasco, che non ci aveva mai girato prima. Ma ad agevolare lui e la sua SF1000 è stata, paradossalmente, la mancanza di aderenza dell’asfalto che ha mandato in crisi avversari blasonati come la Mercedes, contribuendo di fatto a livellare i valori in campo tra le monoposto.

Leclerc approfitta della poca aderenza

“All’inizio delle prove la scarsissima aderenza della pista non mi convinceva per nulla e pensavo che la giornata si preannunciasse pessima, ma dopo qualche giro mi sono davvero divertito a girare con così poco grip”, racconta il Piccolo principe. “Un venerdì del genere non è ovviamente molto proficuo, perché non si impara molto ma in termini di guida è stato proprio uno spasso e siamo stati anche competitivi”.

Leclerc ha convinto sotto tutti i fronti: non solo nei tempi sul giro secco, ma anche nel passo durante le simulazioni di gara, oltre a percorrere più chilometri di tutti nella sessione del pomeriggio (ben 44 tornate). “Non so quanto miglioreranno ancora le condizioni della pista durante il fine settimana, quindi è un bene che oggi abbiamo macinato un bel po’ di chilometri per meglio comprendere le condizioni”, conferma. “Speriamo di riuscire a massimizzare il risultato domani. Non credo di aver mai avuto un grip così basso con le gomme slick prima d’ora: sembra davvero di essere sul ghiaccio!”.

L’unica incognita che resta da sciogliere è quella del meteo: “Le previsioni del tempo non sembrano buone per domani e davvero non so come potrebbero andare le cose sotto la pioggia, quindi domani sarà una giornata parecchio complessa”, conclude Charles. “Tuttavia se faremo tutto alla perfezione potremmo essere abbastanza competitivi e ci potrebbero essere delle buone opportunità per noi”.

Vettel più lento e meno ottimista

Meno brillante la prestazione del suo compagno di squadra Sebastian Vettel, che si è fermato all’ottava posizione: “Oggi è stata una giornata molto particolare dal momento che l’asfalto è molto recente e di conseguenza davvero scivoloso”, commenta il tedesco. “Ovviamente a fine giornata la situazione è migliorata decisamente e credo che progressivamente avremo una pista sempre più performante”.

Il bilancio del quattro volte campione del mondo è più cauto: “Siamo riusciti ad essere piuttosto costanti a livello di prestazione, anche se è decisamente presto per dire che abbiamo un quadro chiaro delle forze in campo. Oggi si è trattato soprattutto di trovare il ritmo e girare quanto più possibile perché man mano si acquisiva più confidenza, tanto con la macchina che con il tracciato”.

Vettel invita dunque ad attendere i risultati di domani prima di farsi un’idea più precisa dei rapporti di forza: “Nella parte finale della seconda sessione eravamo tutti sempre più veloci. Non credo però che sia emerso il potenziale di ciascuno dal momento che qualcuno sembra aver faticato più di altri a far lavorare le gomme. Domani la terza sessione di libere sarà molto importante perché la pista evolverà ancora e potrebbe esserci anche la pioggia”.

Sebastian Vettel davanti a Charles Leclerc in pista nelle prove libere del Gran Premio di Turchia di F1 2020 a Istanbul (Foto Ferrari)
Sebastian Vettel davanti a Charles Leclerc in pista nelle prove libere del Gran Premio di Turchia di F1 2020 a Istanbul (Foto Ferrari)