Jarvis: “Con Lorenzo i test a Portimao sono andati male”

Lin Jarvis ha provato a spiegare cosa ha spinto la Yamaha a prendere la decisione di mettere sotto contratto Crutchlow come rider tester.

Lin Jarvis (Getty Images)
Lin Jarvis (Getty Images)

Questa mattina la Yamaha ha annunciato l’ingaggio di Cal Crutchlow come pilota tester. Questa news ha in un certo senso aperto le porte del divorzio con Jorge Lorenzo, che in questo 2020, a causa anche del COVID-19, è sceso pochissime volte in pista.

Come riportato da “Sky Sport”, Lin Jarvis ha così commentato l’ingaggio di Crutchlow: “Oggi abbiamo annunciato Cal, che comincerà da settimana prossima con noi. Ha un contratto di un anno, ma noi ci aspettiamo che continui con noi anche nei prossimi anni. Abbiamo pensato di migliorare il nostro team tester con l’innesto di Cal. Quest’anno è stato molto difficile perché abbiamo preso Jorge e lui ha fatto solo due sessioni, poi con COVID-19 che è arrivato tutti i nostri piani per fare test sono stati abbandonati”.

Jarvis: “Abbiamo parlato anche con Dovizioso”

Il team principal della Yamaha ha poi proseguito: “Sinceramente non abbiamo avuto la possibilità di fare buone cose con Jorge. A fine stagione abbiamo fatto questa prova a Portimao e non è andato molto bene, è un vero peccato perché questo progetto doveva andare meglio. Anche noi abbiamo avuto delle difficoltà perché non abbiamo avuto la possibilità di provare tante cose. Anche perché i nostri ingegneri non hanno avuto la possibilità di venire in Europa”.

Infine Jarvis ha così concluso: “Per l’anno prossimo abbiamo preso questa decisione, ma mi aspetto di discutere anche con Jorge. Abbiamo parlato anche con Dovizioso per capire se fosse interessato, ma alla fine lui ha deciso diversamente per il suo futuro e quindi noi abbiamo cominciato a parlare con Cal. Siamo contenti della nostra scelta perché Cal è uno che parla in faccia e ama lavorare, quindi è perfetto come pilota tester.

Antonio Russo

Lin Jarvis, Maverick Vinales e Valentino Rossi (Getty Images)
Lin Jarvis, Maverick Vinales e Valentino Rossi (Getty Images)