Che scontro! Ferrari e Mercedes si scambiano sfottò sui social network

Le grandi rivali Ferrari e Mercedes sono state protagoniste di un duello senza esclusione di colpi sui loro profili ufficiali di Twitter

La Mercedes di Lewis Hamilton davanti alla Ferrari di Sebastian Vettel nelle prove libere del Gran Premio di Turchia di F1 2020 a Istanbul (Foto Kenan Asyali-Pool/Getty Images)
La Mercedes di Lewis Hamilton davanti alla Ferrari di Sebastian Vettel nelle prove libere del Gran Premio di Turchia di F1 2020 a Istanbul (Foto Kenan Asyali-Pool/Getty Images)

In attesa di vederle competere ad armi pari in pista, intanto Mercedes e Ferrari si scontrano sui social network. In questi giorni è avvenuto infatti un particolare scambio di convenevoli tra le due scuderie di Formula 1 grandi rivali. A scagliare la proverbiale prima pietra è stata la Freccia nera, rispondendo ad un commento di un’appassionata su Twitter.

Mi Bragantini ha fatto notare come l’account dei campioni del mondo avesse pubblicato una foto di Hamilton, che passeggiava nel paddock con l’inseparabile bulldog Roscoe, mentre dietro di lui campeggiava il motorhome della Ferrari: “Guardate il camion dietro di loro nella seconda foto: attenta Mercedes, attenta”, ha scritto la tifosa. Non si è fatta attendere la replica ironica del team: “Perché? La Ferrari è sempre dietro a Lewis”.

Parole che alla Rossa non sono piaciute, tanto che tramite il suo account ufficiale ha twittato una foto in cui un Hamilton in abiti civili posa insieme ad una delle tante vetture stradali del Cavallino rampante che possiede nel suo garage (e di cui è notoriamente grande estimatore): “Cara Mercedes, è vero che a volte Lewis ha una Ferrari dietro di sé, ma da quanto vediamo talvolta esce anche dall’abitacolo di una di esse…”.

A questa ulteriore frecciata la Mercedes ha risposto con una semplice immagine, che affianca la foto di Hamilton con una Ferrari a quella di Hamilton con una vettura della Casa di Stoccarda. E così, almeno per ora, l’ultima parola in questo scambio di sfottò senza esclusione di colpi ce l’hanno avuta i tedeschi.