Joan Mir, match point: Jorge Lorenzo ricorda la sua prima volta

A Valencia Joan Mir può vincere il suo primo titolo in classe regina. Marquez, Crivillè e Lorenzo ricordano la loro prima volta iridata…

Jorge Lorenzo a Speang 2010 (Photo by Mirco Lazzari gp/Getty Images)

Joan Mir potrebbe confermarsi campione del mondo di MotoGP per la prima volta nella sua carriera, al suo secondo anno nella massima serie. Il maiorchino si accinge ad entrare nell’olimpo dei campioni, un momento speciale che rimarrà per sempre nella sua memoria. Del resto la prima volta iridata non si scorda mai.

A ricordare il primo titolo in Top Class è Marc Marquez, che quest’anno ha visto svanire la corsa al Mondiale dopo l’infortunio di Jerez de la Frontera. “Per me è stata la gara più lunga dell’anno. La verità è che ero molto nervoso prima della gara, anche se ho detto ai giornalisti di no. All’inizio Jorge Lorenzo ha provato a fare la gara. Non sapevo cosa fare. Se tirare o no. Ero molto rigido sulla moto”, ha ricordato il Cabroncito tornando con la mente al 2013.

Il ricordo di Crivillè e Lorenzo

La prima volta di Alex Crivillè risale al 1999. “Mi sentivo bene perché avevo molte opzioni. Avevo bisogno di una decima posizione e fino a quel momento il mio peggior risultato era stato il quarto a Suzuka. Sono partito undicesimo in griglia sul circuito di Jacarepaguá, che non era uno dei miei preferiti perché era molto accidentato. Nei primi giri mi sono addormentato un po’ perché non ero a mio agio, ma a metà gara mi sono svegliato e sono salito in sesta posizione”. Non certo la sua miglior gara, ma quanto bastava per avere la certezza matematica della leadership. “È stata la mia peggior gara della stagione, ma è stata quella che mi ha dato il titolo di campione del mondo 500cc. Solo quando sono tornato a casa ho capito cosa avevo ottenuto perché tutti mi conoscevano per strada”.

Jorge Lorenzo non ha mai nascosto di fare il tifo per Joan Mir, essendo nato anche lui a Maiorca. E ricorda quel 2010 in Malesia, quando il terzo posto gli regalò il primo Mondiale in MotoGP… “Appena arrivato facevo fatica a dormire. Già dall’inizio era qualcosa di speciale rispetto ad altre gare. Ero nervoso, ho cercato di isolarmi da tutto. Ho fatto una piccola meditazione sulla griglia, ma è stato difficile non essere nervoso. Ho fatto una buona partenza e stavo guidando bene, ma pensavo che ci fossero troppi rischi per lottare per la vittoria”.

Joan Mir
Joan Mir (Getty Images)