La mossa a sorpresa della Aprilia: ecco a chi propone il posto di Iannone

Per prendere il posto dello squalificato Andrea Iannone, la Aprilia vorrebbe Andrea Dovizioso: lo ammette l’ad Massimo Rivola

La Aprilia RS-GP di Andrea Iannone (Foto Aprilia)
La Aprilia RS-GP di Andrea Iannone (Foto Aprilia)

Massimo Rivola, amministratore delegato della Aprilia, lo ha messo in chiaro fin dalle sue dichiarazioni a caldo, dopo la squalifica di quattro anni infilitta ad Andrea Iannone: la squadra continua a sostenere e a stare vicina al suo portacolori, ma deve anche guardare al futuro.

Tradotto: ora che si ha la certezza che il Maniaco non potrà essere in pista nella prossima stagione, bisogna cercare un sostituto di livello. I nomi circolati in questo periodo sono tanti: a partire dalla pazza idea Jorge Lorenzo, che però non sembra particolarmente intenzionato a considerare un ritorno a tempo pieno sulla griglia di partenza.

Leggi anche —> Altro che ritiro: Jorge Lorenzo torna a correre in MotoGP nel 2021

La Aprilia sogna Andrea Dovizioso

Ma il vero candidato che ingolosisce di più la Casa di Noale è un altro, il cui identikit è stato tracciato in modo esplicito dallo stesso Rivola. “È chiaro che il nome di Dovizioso sia il primo della lista”, ha dichiarato ai microfoni di Sky Sport. “Il curriculum di Dovi parla da solo. L’unica cosa che posso dire è che chiunque arriverà da noi dovrà essere un pilota che ha fame di vittoria”.

Andrea Dovizioso di altre vittorie ha sicuramente fame: proprio per questo non è del tutto convinto del progetto della Aprilia. Che potrà anche avere grandi ambizioni, ma non si è ancora dotata di un budget e di una struttura all’altezza degli avversari in MotoGP, a partire da una squadra test che sostenga lo sviluppo tecnico della RS-GP. Per questo motivo ci si attende una risposta negativa da parte di Dovi, che aspetta pazientemente invece una chiamata da una scuderia di profilo più alto.

Il piano B potrebbe essere quello di promuovere un giovane dalla Moto2: ma se i pezzi pregiati, come Enea Bastianini e Luca Marini, sono già stati presi dal team satellite Ducati, bisognerà puntare su alternative come Marco Bezzecchi o Fabio Di Giannantonio. Per il primo, però, la VR46 Riders Academy, per bocca di Alessio Uccio Salucci, il fido braccio destro di Valentino Rossi, avrebbe già risposto “no, grazie”. Per il secondo, si prospetta invece un altro anno nella classe di mezzo con il team Gresini.

Leggi anche —> MotoGP, Aprilia cerca un pilota: Bezzecchi possibile opzione

Andrea Dovizioso (Foto Ducati)
Andrea Dovizioso (Foto Ducati)