Aleix Espargarò: “Aprilia ha atteso Iannone e ora paghiamo le conseguenze”

Aleix Espargarò ritiene esagerata la condanna di Andrea Iannone, ma la scelta di attendere la sentenza ha dure conseguenza su Aprilia.

Aleix Espargaro (getty images)

Aleix Espargaró considera ingiusta la sospensione quadriennale di Andrea Iannone e si rammarica delle poche opzioni che Aprilia ha a disposizione per sostituire il pilota abruzzese con un altro rider in grado di proseguire con l’evoluzione della RS-GP.  “La sentenza del TAS è molto triste  Solo lui sa se è stata contaminazione alimentare oppure no. Ma, in ogni caso, quattro anni di sanzioni sono qualcosa di ridicolo, un abuso. Purtroppo non si può fare nulla ora che la decisione è già stata presa”, ha detto il maggiore dei fratelli Espargarò. “In MotoGP non puoi trarre grandi vantaggi dall’assunzione di sostanze proibite. Anche se era dopato, quattro anni di sanzione sono un vero oltraggio, è troppo”.

Aprilia senza sostituti di Iannone

Una voce unanime all’interno del paddock che però non servirà a cambiare il corso degli eventi. Andrea Iannone non è più un pilota Aprilia per per i l2021 bisognerà trovare un sostituto degno della casa di Noale. Fino a qualche settimana fa Cal Crutchlow sembrava fosse vicino alla RS-GP, invece ha preferito trovare un accordo con Yamaha in veste di tester al posto di Jorge Lorenzo. Anche Andrea Dovizioso sembrava ad un passo dalla casa di Noale, ma il forlivese ha chiuso le porte. “Aprilia ha difeso Iannone e lo ha sostenuto fino alla fine, ma questo ha delle conseguenze – ha aggiunto Aleix Espargarò nel giovedì di Valencia -. I mesi sono passati, le opzioni si stavano esaurendo e ora lo pagheremo. L’Aprilia è sempre stata al fianco di Andrea e questo va applaudito, ma d’altra parte quando giochi una carta del genere puoi vincere e puoi perdere. E Aprilia e Iannone hanno perso… Peccato perché sia ​​Cal che Dovi erano vicini alla firma”.

Da scartare anche l’ipotesi Marco Bezecchi, in corsa per il titolo Moto2. “Peccato perché svilupperò la moto da solo in un momento in cui Aprilia ha bisogno di piloti veloci ed esperti”, ha concluso Espargarò. Al team di Massimo Rivola non resta che virare su Tito Rabat.

Aleix Espargaro in pista sulla RS-GP nelle qualifiche del Gran Premio d'Europa di MotoGP 2020 a Valencia (Foto Aprilia)
Aleix Espargaro in pista sulla RS-GP nelle qualifiche del Gran Premio d’Europa di MotoGP 2020 a Valencia (Foto Aprilia)