Così Hamilton può vincere il Mondiale (e uguagliare Schumi) già domenica

Lewis Hamilton avrà l’opportunità già questo weekend, in occasione del Gran Premio di Turchia, di laurearsi campione del mondo in anticipo

Lewis Hamilton (Foto Lat Images/Mercedes)
Lewis Hamilton (Foto Lat Images/Mercedes)

Il primo match point per Lewis Hamilton arriva già questo weekend. Domenica, in occasione del Gran Premio di Turchia, potrebbe chiudere i conti della stagione, laurearsi matematicamente campione del mondo con tre gare di anticipo ed eguagliare il record di sette titoli iridati fissato da Michael Schumacher.

L’unico pilota ancora in grado di tenere aperta la corsa mondiale è il suo compagno di squadra alla Mercedes, Valtteri Bottas, rispetto al quale Hamilton vanta attualmente 85 punti di vantaggio. All’anglo-caraibico basterebbe mantenere un margine di 78 punti dopo Istanbul per avere la certezza aritmetica del titolo.

I possibili scenari della vittoria di Hamilton

Tradotto in risultati, se Hamilton conquistasse il suo decimo successo stagionale sarebbe incoronato sicuro campione. Ma, anche in caso di vittoria di Bottas, gli basterebbe il secondo posto, a meno che il finlandese non porti a casa anche il punticino extra per il giro più veloce.

In tutte le altre combinazioni di piazzamenti, per tenere vive le sue residue chance di titolo, a Bottas servirà comunque conquistare almeno otto punti in più del suo vicino di box: un’impresa che quest’anno gli è riuscita solo due volte (in Austria e in Russia). Ad esempio, potrebbe arrivare secondo se Hamilton non andasse oltre la quinta posizione, o terzo se Hamilton si piazzasse settimo, o quarto con Hamilton nono e così via.

Insomma, Lewis è davvero ad un passo dalla vittoria che gli permetterebbe di iscrivere il suo nome ancor più a lettere d’oro nei libri di storia della Formula 1. Appuntamento questo weekend al Gran Premio di Turchia.

Leggi anche —> F1 GP di Turchia: Programma e Orari TV Prove Libere, Qualifiche e Gara

Lewis Hamilton (Foto Lat Images/Mercedes)
Lewis Hamilton (Foto Lat Images/Mercedes)