Ansia per Andrea Dovizioso: teme di essere stato contagiato dal Covid-19

Andrea Dovizioso ha manifestato sintomi influenzali nel corso del weekend del Gran Premio d’Europa: teme di aver contratto il coronavirus

Andrea Dovizioso (Foto Ducati)
Andrea Dovizioso (Foto Ducati)

Anche il Gran Premio d’Europa è stato un altro appuntamento decisamente deludente che si aggiunge alla stagione da dimenticare di Andrea Dovizioso.

Il pilota forlivese non è andato oltre l’ottava posizione, a causa di una Ducati che continua a non fornirgli le prestazioni che desidererebbe, perdendo ulteriormente terreno dalla vetta della classifica mondiale (che ora dista ben quarantacinque punti) e vedendo pressoché sfumare anche le sue ultime residue chance di conquistare il titolo iridato.

Le condizioni fisiche preoccupano Dovizioso

Ma c’è anche di peggio. A preoccupare Desmodovi, infatti, sono state anche le sue condizioni di salute, che sono andate peggiorando nel corso del weekend di gara di Valencia. Tanto da fargli prospettare addirittura l’ipotesi di aver contratto il coronavirus.

“Non so cos’ho”, ha spiegato Dovizioso ai microfoni di Tuttosport. “Venerdì e sabato avevo un po’ di mal di testa e mi bruciavano gli occhi, però era tutto leggero. Mezz’ora prima della corsa mi è tornato fuori ma molto più forte, e ho pensato: ‘Qui va a finire male’. Farò il tampone, poi vedremo, ma i sintomi non sembrano del tutto quelli del Covid-19. Speriamo sia solo una normale influenza”.

Se Andrea, dopo Valentino Rossi e Iker Lecuona, dovesse diventare il terzo pilota della MotoGP ad essere fermato dal coronavirus, per lui si tratterebbe di un’ulteriore beffa: rischierebbe di concludere così, nel modo peggiore, la sua ultima stagione da pilota ufficiale della Rossa di Borgo Panigale.

Andrea Dovizioso (Foto Ducati)
Andrea Dovizioso (Foto Ducati)