MotoGP GP Europa, gara: Mir spezza la maledizione e sogna il Mondiale

Prima vittoria in MotoGP per Joan Mir che mette una seria ipoteca sul Mondiale. Doppietta Suzuki con Pol Espargaro a completare il podio.

Joan Mir e Alex Rins (Getty Images)
Joan Mir e Alex Rins (Getty Images)

In partenza scatta subito alla grande Pol Espargaro seguito da Rins e Nakagami, con il giapponese che dopo poche curve viene subito superato da Joan Mir. Subito caduta per Quartararo che finisce nella ghiaia insieme ad Aleix Espargaro. Ottimo scatto invece per Andrea Dovizioso che si ritrova 8°.

Davanti Alex Rins dopo pochi giri si prende la testa della gara e prova a scappare. Al 23° giro problema tecnico per Valentino Rossi che saluta la gara al suo ritorno in pista dopo i due GP saltati per COVID-19. Un giro dopo ritiro anche per Bagnaia e Crutchlow che invece finiscono nella ghiaia.

Yamaha in crisi

I due Suzuki sembrano avere un passo diverso rispetto a tutti gli altri, mentre le Yamaha appaiono palesemente in crisi con Morbidelli 10°, miglior rider di quelli del team di Iwata a metà gara. Solo Pol Espargaro con KTM riesce a tenere la ruota delle due moto azzurre.

Ad una decina di giri dal termine è Mir a mettersi davanti per provare a scappare, seguito dal compagno di squadra. A 4 giri dalla fine sorpasso di Dovizioso ai danni di Alex Marquez con quest’ultimo che cade proprio mentre l’italiano lo stava superando. Il rider della Ducati cresce nel finale guadagnando qualche buona posizione.

Negli ultimi giri Joan Mir imprime un ritmo incredibile e porta a casa la sua prima vittoria in MotoGP che gli permette di ipotecare anche il Mondiale. Doppietta Suzuki con Pol Espargaro 3°. Solo 8° Dovizioso.

Ordine d’arrivo

1. MIR
2. RINS
3. P. ESPARGARO
4. NAKAGAMI
5. OLIVEIRA
6. MILLER
7. BINDER
8. DOVIZIOSO
9. ZARCO
10. PETRUCCI
11. MORBIDELLI
12. BRADL
13. VINALES
14. QUARTARARO
Antonio Russo
Rins e Mir (Getty Images)
Rins e Mir (Getty Images)