Kubica stanco anche del DTM. Pronto a lasciare la serie tedesca

Kubica non proseguirà nel DTM. Autore di una stagione al di sotto delle attese, il polacco sta cercando un nuovo impegno.

Robert Kubica (©Getty Images)

Aveva firmato per la ART con l’obiettivo di ben figurare al volante della BMW M4 ed invece il 2020 di Robert Kubica ha avuto più momenti di buio, che di luce. Autore di un solo podio in gara 2 a Zolder e di un altro piazzamento in top 10 in Ungheria, il polacco non sarebbe intenzionato a restare nella serie turismo tedesca anche perché dal 2021 le vetture utilizzate saranno delle GT3.

“Piuttosto passo alla NLS (Nürburgring Langstrecken Series) visto che essendo un debuttante assoluto potrebbe essere una bella sfida. In ogni caso per adesso non ho ancora certezze di come si svolgerà il mio 2021”, ha dichiarato a Motorsport.com facendo intendere di avere un’idea di massima, ma di non sapere ancora se sarà fattibile. A scoraggiarlo dal proseguire nel DTM, come detto, l’ingresso di macchine piuttosto diverse da quelle attuali. “Da tutta la vita corro su auto con molto downforce, passare alle GT3 significherebbe fare un reset totale rispetto a quello a cui sono abituato e imparare da zero cosa è necessario per essere veloce e dare vita a buone prestazioni”, ha spiegato il 35enne.

Protagonista di due test nell’endurance, il vincitore del GP del Canada 2008 potrebbe convertirsi alle gare di durata. “Non lo escludo”, ha affermato in riferimento soprattutto alla 24 Ore di Le Mans. “E’  una corsa storica e i prototipi sono ottimi, probanti e offrono al pilota sensazioni fantastiche. In passato ho provato sia le LMP2, sia le LMP1, quindi c’è più probabilità che gareggi in quella categoria piuttosto che nel GT”.

Al momento in alto mare, il driver di Cracovia avrebbe invece archiviato la possibilità di tornare a pieno titolo nel Circus, dove comunque svolge il ruolo di riserva per l’Alfa Romeo.

Robert Kubica (©Getty Images)

Chiara Rainis