MotoGP GP Europa, Qualifiche: Pol Espargaro vola, flop Yamaha e Ducati

Pol Espargaro trova la seconda pole stagionale per KTM. Con lui in prima fila anche Alex Rins e Nakagami. Indietro Yamaha e Ducati.

Pol Espargaro (Getty Images)
Pol Espargaro (Getty Images)

Q1 con tanti nomi prestigiosi. In particolare da segnalare la presenza di Valentino Rossi, Vinales, Petrucci, Bagnaia, Alex Marquez e Cal Crutchlow. Prima manche di qualifiche dominata nella prima parte da Miguel Oliveira, capace di limare giro dopo giro il miglior tempo. Il portoghese viene accompagnato in Q2 da Zarco, capace nel finale di mettere insieme una buona serie di giri. Solo 18° il Dottore, che scalerà una posizione visto che il suo compagno di team (15°) scatterà dalla pit-lane.

Seconda manche di qualifiche con condizioni miste. Pista bagnata, infatti, ma il sole l’asciuga giro dopo giro rendendo il tracciato mutevole e imprevedibile. Strategia particolare per i piloti Ducati, che decidono di attendere e scendere in pista per fare il giro solo negli ultimi 5 minuti.

Nakagami di nuovo protagonista

In crisi Quartararo che chiude nelle retrovie così come Andrea Dovizioso, entrambi scatteranno rispettivamente dall’11a e dalla 12a posizione. Davanti a tutti a sorpresa firma la pole Pol Espargaro davanti ad Alex Rins, che nell’arco della sessione è stato il pilota che ha mostrato il miglior ritmo.

In prima fila con loro Nakagami. Buon 5° posto, invece, per il leader del campionato Joan Mir, che sinora aveva sempre dimostrato scarsa velocità in qualifica. Delude Jack Miller, 6°, che alla vigilia, viste le particolari condizioni della pista, sembrava il favorito per la pole. Ottima prestazione, invece, di Aleix Espargaro, 7° con l’Aprilia. Solo 9° infine Franco Morbidelli.

POS # RIDER GAP
1
44
P. ESPARGARO
1:40.434
2
42
A. RINS
+0.041
3
30
T. NAKAGAMI
+0.096
4
5
J. ZARCO
+0.143
5
36
J. MIR
+0.270
6
43
J. MILLER
+0.459
7
41
A. ESPARGARO
+0.563
8
88
M. OLIVEIRA
+0.894
9
21
F. MORBIDELLI
+1.123
10
33
B. BINDER
+1.347

 

Antonio Russo

Alex Rins (Getty Images)
Alex Rins (Getty Images)