Kvyat fuori per un pupillo della Honda? Il russo non ci sta

Per l’ennesima volta in carriera Kvyat sta rischiando il posto. Favorito al suo sedile un pupillo Honda, ma il russo si oppone.

(©Yuki Tsunoda Twitter)

Il prossimo pilota Alpha Tauri potrebbe portare il nome di Yuki Tsunoda. Il nipponico ha appena completato un test da 300 km sul tracciato del Santerno con l’obiettivo di ottenere la super licenza, e in Bahrain, a fine novembre, dovrebbe partecipare alla prima sessione di prove libere proprio al volante dell’AT01. Che il team con base a Faenza sia interessato a lui non è un segreto. Recentemente il talent scout Helmut Marko gli avrebbe impedito di partecipare ad una gara Euroformula Open sul circuito di Spa con l’invito a focalizzarsi solo sulla F1. Per il resto, per ottenere il sedile, il compito che dovrà portare a termine semplice: restare nella top 5 nella generale di F2. Un’impresa sulla carta più che fattibile, dato che al momento è terzo con 147 punti contro i 191 di Mick Schumacher.

Desideroso di far progredire un membro legato a doppio filo con il gruppo Red Bull e il motorista Honda, il manager austriaco sarebbe dunque pronto a far saltare Daniil Kvyat, ma davvero nelle sue grazie, che davanti allo spauracchio giapponese ha cercato di tirare l’acqua al suo mulino. “Quando ho iniziato la stagione non ero completamente a mio agio con la macchina e soprattutto con lo sterzo. Siamo quindi stati costretti ad intervenire sul set up e adesso il feeling è cresciuto”, ha confessato a Motorsport.com il 26enne che non ha ancora smesso di credere nella conferma. Purtroppo per lui, però, nonostante i tentativi in pista e a parole di convincere il boss Franz Tost e ancora di più i dirigenti dell’azienda madre a rinnovargli la fiducia, le performance complessive da inizio campionato parrebbero aver soltanto incentivato la fine del contratto. E questa volta per il driver di Ufa potrebbe essere per sempre.

Alpha Tauri (©Yuki Tsunoda Twitter)

Chiara Rainis