MotoGP, c’è la prima bozza del calendario 2021 (con un’assenza pesante)

La MotoGP dirama la prima bozza del calendario 2021: diciotto Gran Premi dal Qatar a Valencia, ma al momento manca Brno

La partenza del Gran Premio di Teruel di MotoGP 2020 ad Aragon (Foto Gold & Goose/Red Bull)
La partenza del Gran Premio di Teruel di MotoGP 2020 ad Aragon (Foto Gold & Goose/Red Bull)

In attesa di capire l’evoluzione della pandemia di coronavirus, che come già in questa stagione è destinata a condizionare anche la prossima annata in termini di date e di presenza di pubblico, la MotoGP ha comunicato la prima bozza del calendario 2021.

“Cercheremo di tornare alla normalità”, afferma l’amministratore delegato della Dorna, organizzatrice del Motomondiale, Carmelo Ezpeleta. “Abbiamo parlato con tutti i promotori e abbiamo stilato un normale calendario, perché è importante bloccare le giornate e sapere esattamente quando saranno i Gran Premi“.

Diciotto le gare in programma, con la consueta partenza in Qatar e la conclusione a Valencia. “Speriamo di farcela, anche se ovviamente ci sono ancora molte incognite”, prosegue Ezpeleta. Per questo sono state previste tre piste di riserva: l’Algarve in Portogallo, il circuito cittadino di Mandalika in Indonesia e Igora in Russia.

Assente dal calendario il Gran Premio di Brno

Spicca la mancanza del Gran Premio della Repubblica Ceca di Brno: “Si tratta di un Gran Premio importante”, afferma Ezpeleta, “ma per ottenere il rinnovo dell’omologazione sarà obbligatorio risolvere i problemi di sicurezza, primo fra tutti la riasfaltatura. Altrimenti non potremo includerlo nel calendario”.

La speranza è quella di lasciarsi alle spalle questo difficile 2020: “Abbiamo fatto il massimo da luglio ad oggi”, conclude don Carmelo. “Abbiamo disputato quindici Gran Premi e ne siamo molto orgogliosi. Siamo estremamente contenti dei risultati ottenuti lavorando insieme in quest’anno difficile”.

Annunciate anche le date dei test pre-campionato: per la MotoGP previsto uno shakedown a Sepang dal 14 al 16 febbraio, seguito da un test sempre in Malesia dal 19 al 21 febbraio e uno successivo in Qatar dal 10 al 12 marzo. La Moto2 e la Moto3 condivideranno un unico test a Jerez dal 16 al 18 marzo.

La bozza del calendario 2020 della MotoGP

28 marzo – Gran Premio del Qatar – Losail
11 aprile – Gran Premio dell’Argentina – Termas de Rio Hondo
18 aprile – Gran Premio delle Americhe – Austin
2 maggio – Gran Premio di Spagna – Jerez
16 maggio – Gran Premio di Francia – Le Mans
30 maggio – Gran Premio d’Italia – Mugello
6 giugno – Gran Premio di Catalogna – Barcellona
20 giugno – Gran Premio di Germania – Sachsenring
27 giugno – Gran Premio d’Olanda – Assen
11 luglio – Gran Premio di Finlandia – KymiRing (soggetto ad omologazione)
15 agosto – Gran Premio d’Austria – Red Bull Ring
29 agosto – Gran Premio di Gran Bretagna – Silverstone
12 settembre – Gran Premio di Aragon – Alcaniz
19 settembre – Gran Premio di San Marini – Misano
3 ottobre – Gran Premio del Giappone – Motegi
10 ottobre – Gran Premio di Thailandia – Chang
24 ottobre – Gran Premio d’Australia – Phillip Island
31 ottobre – Gran Premio di Malesia – Sepang
14 novembre – Gran Premio di Valencia – Ricardo Tormo

Una fase del Gran Premio di Teruel di MotoGP 2020 ad Aragon (Foto Gold & Goose/Red Bull)
Una fase del Gran Premio di Teruel di MotoGP 2020 ad Aragon (Foto Gold & Goose/Red Bull)