La Aprilia vola con Espargarò. E Savadori debutta: “Ho già capito molto”

La Aprilia festeggia un ottimo secondo posto con Aleix Espargarò e il debutto assoluto in MotoGP di Lorenzo Savadori

Aleix Espargarò nelle prove libere del Gran Premio d'Europa di MotoGP 2020 a Valencia (Foto Aprilia)
Aleix Espargarò nelle prove libere del Gran Premio d’Europa di MotoGP 2020 a Valencia (Foto Aprilia)

Con un’impressionante zampata sul finale, Aleix Espargarò ha portato la Aprilia addirittura al secondo posto finale nel venerdì di prove libere del Gran Premio d’Europa, a Valencia. Il pilota di casa non si era affacciato nelle prime posizioni fino ai momenti conclusivi della seconda sessione, quando è riuscito a scavalcare Franco Morbidelli e ad avvicinarsi ad appena 92 millesimi dal miglior crono di Jack Miller. Ma anche in mattinata, su pista umida, i riscontri ottenuti dalla sua moto sono stati migliori rispetto a quelli del passato, quando il bagnato aveva sempre creato problemi alla Casa di Noale.

“Una giornata strana, nel complesso”, la riassume Espargarò. “Questa mattina abbiamo girato su bagnato ed è stata la prima bella notizia per me. Infatti abbiamo modificato la RS-GP rispetto a Le Mans, dove con la pioggia non mi ero trovato benissimo, e devo dire che mi sono sentito subito molto più competitivo. La moto ha guadagnato stabilità e mi sono divertito a guidare. La prima parte delle seconde prove libere è stata piuttosto rischiosa, le condizioni erano impegnative. Solitamente ho una bassa frequenza cardiaca ma questo pomeriggio i battiti sono saliti parecchio! La pista poi è andata migliorando, devo dire che verso la fine era quasi perfetta e i tempi lo dimostrano. Sono soddisfatto”.

Savadori all’esordio sulla Aprilia MotoGP

Grande soddisfazione anche per il suo compagno di squadra Lorenzo Savadori, al suo debutto assoluto in MotoGP come nuovo sostituto di Andrea Iannone, al posto di Bradley Smith. Il neo campione italiano Superbike ha chiuso penultimo in classifica, a ben tre secondi dalla vetta, ma comprensibilmente ha voluto cominciare con un approccio cauto, per poi migliorarsi con costanza nel corso della giornata.

“Come si dice: debutto bagnato, debutto fortunato?”, sorride. “Per me è stato sicuramente bellissimo, anche se non facile viste le condizioni. Ho capito già molte cose, dove devo migliorare e dove gli altri fanno la differenza. Ci siamo prefissati di procedere passo dopo passo, ora è importante per me fare quanti più chilometri possibile. Se devo analizzare le mie prestazioni, direi che dobbiamo concentrarci soprattutto sulla percorrenza. So che i ragazzi hanno già in mente qualche modifica per venire incontro alle mie esigenze, domani vedremo di fare qualche altro passo avanti”.

Lorenzo Savadori nelle prove libere del Gran Premio d'Europa di MotoGP 2020 a Valencia (Foto Aprilia)
Lorenzo Savadori nelle prove libere del Gran Premio d’Europa di MotoGP 2020 a Valencia (Foto Aprilia)