Rins passa la palla a Mir: “La pressione non è certo su di me”

Alex Rins è soddisfatto dei progressi fatti negli ultimi mesi e tiene ancora accesa la speranza di vincere il titolo.

Alex Rins (Getty Images)
Alex Rins (Getty Images)

Alex Rins, tra i piloti che in questo momento si stanno giocando il titolo, è sicuramente quello che è arrivato più tardi. A pesare sulla sua stagione sono stati alcuni errori e l’infortunio di inizio anno a Jerez. Grazie a due podi e una vittoria nelle ultime 4 gare però lo spagnolo si è incredibilmente rilanciato nella classifica tanto che ora è a soli 32 punti da Joan Mir, che è primo in graduatoria.

Durante la conferenza stampa il pilota della Suzuki ha così dichiarato: “Sono felice di poter avere l’opportunità di poter ancora lottare per il campionato. In questa stagione sono stato un po’ irregolare a causa del mio infortunio alla spalla e di alcuni errori commessi nelle prime gare”.

Rins: “Contento per Suzuki, abbiamo fatto un buon lavoro”

Alex Rins ha poi parlato della gara di questo weekend: “Il nostro obiettivo deve essere quello di finire sul podio come abbiamo fatto ad Aragon. Ho 32 punti di svantaggio, quindi la pressione non sarà di certo su di me e quindi ci proveremo sino alla fine. Non so cosa sarebbe accaduto se non fossi caduto a Jerez, ma sono felice di essere qui e sono contento anche per la Suzuki. Vuol dire che abbiamo fatto un buon lavoro in questi anni”.

Infine il pilota spagnolo ha così concluso: “Chi sta davanti ha più pressione rispetto ad esempio a me e Franco. La pressione è bella da sentire per queste cose, però l’importante poi è saperla gestire.

Antonio Russo

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Ready for the end of the season 🔥 🔵⚪️ / Listos para el final de temporada 🔥🔵⚪️ #team #suzuki #motogp #ar42

Un post condiviso da Alex Rins 42 (@alexrins) in data:

Rins (Getty Images)
Rins (Getty Images)