Quartararo: “Morbidelli non è il mio avversario, lo è Mir”

Fabio Quartararo sembra determinato a fare suo il campionato, ma allo stesso tempo ha designato Joan Mir come suo avversario principale.

Fabio Quartararo (Getty Images)
Fabio Quartararo (Getty Images)

Fabio Quartararo è stato sicuramente sinora tra i grandi protagonisti di questa stagione di MotoGP. Primatista per numero di successi stagionali (3) è al momento al 2° posto nella classifica iridata alle spalle di Joan Mir, distaccato di 14 lunghezze. A pesare sul campionato del pilota Yamaha ci hanno pensato alcune brutte prestazioni come quella rimediata nell’ultima gara ad Aragon.

Durante la conferenza stampa del giovedì il francese ha così dichiarato: “Per me è stata dura resettare tutto. Quando si fanno due gare sulla stessa pista è sempre complicato. Diventa difficile poi quando tra una gara e l’altra vedi che fai dei passi indietro mentre il tuo compagno fa una delle sue migliori prestazioni stagionali. Questa pista mi piace, l’anno scorso ho fatto bene qui quindi sono motivato e ho lo spirito giusto per affrontare questa tripletta finale”.

Quartararo: “Spero in gare asciutte”

Quartararo ha poi proseguito: “Per gran parte della stagione sono stato in testa al campionato e non sentivo la pressione, ma ora che sono 2° e sono alle spalle senti più pressione. Però mi sento molto meglio, ho fiducia. Tutto può accadere, ci sono 75 punti in gioco e credo che in tanti possono vincere questo campionato. Onestamente nell’ultima gara Morbidelli è stato molto forte, ma non credo che lui sia il rivale principale, quello è Mir che mi è davanti”.

Infine il rider transalpino ha così concluso: “Spero che le prossime gare siano asciutte, perché sul bagnato ho avuto brutte esperienze. Per battere Mir bisogna partire davanti e provare ad andare via perché loro sembrano avere qualcosa in più nel finale. Per esempio per me a Barcellona negli ultimi giri è stato stressante per me”.

Antonio Russo

Quartararo (Getty Images)
Quartararo (Getty Images)