MotoGP, indagine sui motori Yamaha: ufficializzata la sanzione

Yamaha penalizzata per irregolarità al motore delle M1 in occasione del GP Spagna 2020 a Jerez. La classifica piloti MotoGP è salva, però.

Vinales Quartaro motori Yamaha
Maverick Vinales e Fabio Quartararo (Getty Images)

Il paddock MotoGP è in fermento in questo weekend a Valencia. Non solo perché c’è la lotta per il titolo che entra sempre più nel vivo, ma anche per via di un’investigazione che riguarda la Yamaha.

Come rivelato da autorevoli fonti come La Gazzetta dello Sport e Motorsport.com, nel mirino della FIM ci sono i motori utilizzati nel Gran Premio di Spagna 2020. Nel primo appuntamento del campionato a Jerez sui propulsori delle M1 sarebbero state utilizzate delle valvole irregolari.

MotoGP, Yamaha penalizzata per i motori di Jerez

Il tema era già emerso mesi fa e in queste ore, in seguito ad approfondite analisi, sono giunte conferme. Il dipartimento tecnico della FIM ha effettuato controlli dettagliati per avere un quadro completo di quanto successo a Jerez.

Quella corsa fu vinta da Fabio Quartararo davanti al collega di marca Maverick Vinales. Quinta posizione per Franco Morbidelli, mentre Valentino Rossi fu costretto al ritiro per un guasto tecnico della sua moto.

La FIM ha deciso di non penalizzare i piloti, che così non vengono danneggiati nella classifica generale MotoGP e possono continuare a sognare il titolo. Ma a Yamaha sono stati tolti 50 punti nel campionato costruttori. Invece al team Monster Energy sono stati levati i 20 punti che aveva guadagnato Vinales, mentre a quello Petronas SRT i 36 ottenuti dalla coppia Quartararo-Morbidelli.

CAMPIONATO COSTRUTTORI AGGIORNATA
Ducati – 171
Suzuki – 163
Yamaha – 158
KTM – 143
Honda – 117
Aprilia – 36

CAMPIONATO TEAM AGGIORNATA
Team Suzuki Ecstar – 242
Petronas Yamaha SRT – 198
Ducati Team – 180
Red Bull KTM Factory Racing – 157
Monster Energy Yamaha MotoGP – 156
Pramac Racing – 128

MotoGP Quartararo
Fabio Quartararo in pista a Jerez (Getty Images)