Morbidelli, giù la maschera: “Punto al titolo, ma la pressione è sugli altri”

Franco Morbidelli si presenta a Valencia con la seria intenzione di giocarsi il titolo iridato con i suoi colleghi che gli sono davanti.

Franco Morbidelli (Getty Images)
Franco Morbidelli (Getty Images)

Franco Morbidelli è sicuramente tra le sorprese si questa stagione. Il rider italiano, infatti, dopo un inizio di stagione sfortunato ha messo insieme due vittorie ed ora è anche lui della partita per il titolo, anche se più distanziato. Al momento il pilota del Team Petronas accusa uno svantaggio da Mir di 25 punti, distanza sicuramente colmabile per il Morbido visto nell’ultimo GP.

Durante la conferenza stampa Morbidelli ha così affermato: “Io mi sento alla grande, sono in piena sintonia con la moto, nell’ultima gara è andato tutto alla grande. Forse io e Alex siamo arrivati un po’ in ritardo alla festa però stiamo cercando di recuperare il tempo perduto. Da parte mia posso dire che cercherò di dare il massimo per cercare di vincere il campionato perché ora siamo qui, siamo in lotta e dobbiamo ambire a questo obiettivo per non avere rimpianti a fine anno. In qualunque modo finirà sarà stato un campionato il mio, ma con 25 punti di ritardo, a 3 gare dalla fine, con l’inerzia positiva che abbiamo, dobbiamo pensare in grande”.

Morbidelli: “Non ho nulla da perdere”

Il rider italo-brasiliano ha poi proseguito: “Essere in lotta per un campionato è sempre una sensazione strana e forte, l’ho provata nel 2017, ma anche i miei avversari l’hanno provata in passato. Ritrovare questa sensazione è qualcosa di molto bello, ma allo stesso tempo ti dà eccitazione, io però credo di sentire tutto questo meno degli altri perché sono dietro, ho 25 punti di svantaggio, quindi non ho nulla da perdere. Penso che chi sta dietro in questo senso ha un vantaggio”.

Infine Morbidelli ha così concluso: “Gerloff mi sta simpatico, mi piace. Ho visto il suo percorso in SBK ed è andato sempre meglio gara dopo gara quindi penso che meriti una possibilità anche se è per una causa triste visto che Vale è ancora malato. Penso però che deve andare tranquillo e godersi l’esperienza”.

Antonio Russo

Morbidelli (Getty Images)
Morbidelli (Getty Images)