Il boss dell’Alpha Tauri: “I piloti sono costosi. Abbassiamo gli stipendi”

La crisi post Coronavirus ha colpito anche le economie salde della F1 e ora il boss Alpha Tauri Tost entra a gamba tesa contro i contratti dei piloti.

I piloti di Formula 1 in ginocchio contro il razzismo sul rettilineo del Red Bull Ring prima del Gran Premio d'Austria (Foto Mark Thompson/Getty Images)
I piloti di Formula 1 i(Foto Mark Thompson/Getty Images)

La verità è che sin dallo scoppio della pandemia lo scorso marzo, il paddock è sembrato concorde su un aspetto, ossia che con l’inevitabile contraccolpo economico subito anche dal Circus certe cifre non avrebbero neppure più essere sfiorate. Ecco perché non stupisce che Franz Tost abbia senza remore pubblicamente dichiarato che i piloti oggi guadagnano troppo. Un cachet, secondo il team principal Alpha Tauri, del tutto ingiustificato, soprattutto alla luce di un periodo delicato come quello che stiamo vivendo. Dati alla mano, l’equipe di Faenza per i suoi driver sborsa 30 milioni di euro. Una spesa importante, che il dirigente austriaco spera di poter dedicare ad altro. Nell’ultimo periodo è infatti emersa l’ipotesi di una sorta di tetto esteso ai salari.

“A mio avviso prendono troppi soldi”, ha dichiarato ad F1i.com. “Se fosse per me sarebbero fermi a 10 milioni di dollari”. La preoccupazione latente è che se il Coronavirus dovesse continuare ad influenzare l’andamento del mondo del lavoro e nella fattispecie il calendario di F1 con l’assenza dei fan in tribuna, anche le scuderie potranno usufruire di minori entrate. Dunque, la domanda che si pone il 64enne è perché mai i driver dovrebbero godere dei soliti benefici. Seppur i migliori al mondo e meritevoli di essere retribuiti parimenti al loro valore, sul lungo termine, sempre secondo il boss della sorella minore della Red Bull, la massima serie a ruote scoperte dovrebbe rivedere la propria organizzazione per cominciare a trarre dei profitti. Se i corridori delle squadre minori si “accontentano” di poco, bisognerebbe andare a chiedere ai vari Hamilton o Ricciardo (ndr. incassano oltre 30 milioni di euro a stagione) se sono d’accordo con un simile provvedimento, in ogni caso giusto, anche solo per il fatto che tutti oggi stanno facendo dei sacrifici.

Franz Tost (©Getty Images)

Chiara Rainis