Redding difende Davies: “Pazzesco non abbia un team in Superbike”

Scott Redding incredulo nel vedere Chaz Davies fuori dalla griglia Superbike 2021 dopo essere stato scaricato dal team Aruba Ducati.

Scott Redding Chaz Davies Superbike
Scott Redding e Chaz Davies (foto Aruba Racing Ducati WorldSBK)

Per il 2021 il team Aruba Racing Ducati ha deciso di affiancare Michael Ruben Rinaldi al confermatissimo Scott Redding, scelta non condivisa da tutti. Infatti, il pilota inglese non ha nascosto le proprie perplessità.

Il campione BSB 2019 ha evidenziato che sarebbe stato preferibile confermare Chaz Davies, sia per i risultati che ha conseguito che per continuare a sviluppare la Panigale V4 R nella medesima direzione. Avendo loro una stazza fisica simile, per la squadra sarebbe stato più semplice lavorare. Invece il nuovo arrivato è più basso e pesa meno, quindi ha altre esigenze.

Superbike 2021, Redding si schiera con Davies

Redding in un’intervista concessa a Speedweek si è mostrato incredulo nel vedere che Davies non ha ancora un team nel Mondiale Superbike per il 2021: «È pazzesco. Guarda cosa ha fatto a Estoril. È un combattente che può vincere. Non ha mai vinto il campionato, ma era sempre secondo o terzo. È inquietante che un pilota del genere non abbia un posto. Chaz è un ragazzo fantastico».

Il pilota britannico deve accettare la decisione Ducati, ovviamente, però non è certo di cosa saprà fare Rinaldi pur sperando che si riveli una buona spalle per vincere in SBK: «Ho molto rispetto per Ducati. Ecco perché posso solo immaginare di non sapere qualcosa sulla decisione presa contro Chaz. Il prossimo anno vedremo cosa saprà fare Rinaldi. Se può lottare per il titolo, se finirà secondo o finirà dove si trova ora. Spero che lavoreremo bene insieme come compagni di squadra».

Per Davies in Ducati si sta comunque lavorando a un’operazione di “recupero”, provando a piazzarlo nel team privato Go Eleven con un supporto praticamente ufficiale. Dietro le quinte le parti sono al lavoro, vedremo se arriverà un accordo. Ci sono più aspetti da sistemare.

Scott Redding
Scott Redding (Getty Images)