Marko rivela il vero motivo della bocciatura di Gasly

Anche nel 2021 Gasly correrà per l’Alpha Tauri malgrado la vittoria di Monza. Marko spiega perché non lo ha promosso.

Pierre Gasly festeggia la vittoria nel Gran Premio d'Italia di F1 2020 a Monza (Foto Rudy Carezzevoli/Getty Images/Red Bull)
Pierre Gasly a Monza (Foto Rudy Carezzevoli/Getty Images/Red Bull)

Resta curioso e anomalo il caso di Pierre Gasly che nonostante sia maturato in maniera costante e si sia comportato meglio di Alex Albon, non è stato considerato dalla Red Bull per il 2021. Se all’indomani del successo di Monza il francese sperava nella chiamata di Helmut Marko, è rimasto deluso e la scorsa settimana ha dovuto ingoiare l’ennesima pillola amara della conferma in Alpha Tauri. Certo, meglio dentro che fuori dalla F1, ma le attese non erano quelle e il #10 non ha mai nascosto il proprio disappunto per l’indifferenza suscitata. Dal canto suo il talent scout austriaco si difende e motiva  questo quasi accanimento come l’esigenza di far crescere la scuderia con base a Faenza. Obiettivo raggiungibile soltanto se dotati di un piloti capace.

“Non ho niente contro di lui”, ha detto il 77enne ad F1i.com. “Sta guidando alla perfezione e noi abbiamo bisogno del suo contributo per far avanzare al team”. Un modo diplomatico per indorare una pillola per molti incomprensibile. Chi segue il Circus da tempo sa bene come il cacciatore di talenti abbia spesso espresso perplessità circa le qualità del driver di Rouen che oggi rischia di bruciarsi.

“Dopo la vittoria in Italia e le sue altre performance eccellenti le vendite del nostro marchio d’abbigliamento (ndr. Alpha Tauri) hanno avuto un’impennata”, ha proseguito nella spiegazione il dirigente di Graz esaltando la figura del 24enne quasi fosse un totem imprescindibile. Sarà, ma la sensazione sembra essere diversa e sicuramente più in linea con quella meno positiva provata dal francese, oggi confuso e deluso per quello che potrebbe verificarsi a breve, ovvero l’ingaggio del pensionato Nico Hulkenberg, in controtendenza con i principi della scuderia che ha sempre privilegiato i membri del suo vivaio.

(©Pierre Gasly Twitter)

Chiara Rainis