Bottas recrimina: “Perché non hanno segnalato il pezzo di carbonio?”

Valtteri Bottas non ha digerito il pezzo di carbonio che ha rovinato la sua gara domenica conficcandosi sotto la sua vettura.

Valtteri Bottas (Getty Images)
Valtteri Bottas (Getty Images)

Valtteri Bottas è stato decisamente sfortunato domenica. Dopo la bella pole di sabato e la buona partenza, infatti, al 2° giro il finlandese ha preso in pieno un pezzo di carbonio perso dalla vettura di Vettel e si è ritrovato a dover guidare per tutto il resto della gara con il fondo danneggiato.

A quel punto, nel tentativo di difendersi da Verstappen, in Mercedes hanno copiato la strategia dell’olandese, mentre Hamilton è rimasto in pista allungando il primo stint e mettendo insieme una serie impressionante di giri veloci così da ritrovarsi davanti a tutti dopo il pit stop.

Bottas: “Non ho avuto tempo di pensare”

Come riportato da “Motorsport.com”, Valtteri Bottas ha così commentato l’inconveniente accaduto in gara: “Sarebbe interessante capire perché non mi hanno fornito alcun avviso che c’era quel grande pezzo di carbonio in mezzo alla pista. Se fosse finito su altre vetture avrebbe potuto creare una situazione di panico. Sicuramente non mi ha aiutato nella mia gara”.

Il pilota della Mercedes ha poi concluso: “Il mio team mi aveva avvisato che aveva visto della ghiaia nella curva sette, penso fosse al secondo giro, ma non è stata sventolata alcuna bandiera gialla in quel punto. Ad un certo punto ho visto un grande detrito, ma non ho avuto abbastanza tempo per reagire ed evitare di prenderlo. Ho avuto modo solo di pensare a come avrei potuto prenderlo ed ho deciso di andare dritto sul pezzo piuttosto che rischiare di passarci sopra con le gomme”.

Antonio Russo

Valtteri Bottas, Toto Wolff e Lewis Hamilton (Getty Images)
Valtteri Bottas, Toto Wolff e Lewis Hamilton (Getty Images)