Maverick Vinales e la paura Covid-19: “Solo a casa e timore per i viaggi”

Maverick Vinales, come gli altri piloti del Motomondiale, in ansia per l’emergenza Covid-19. “La cosa giusta è stare a casa il più possibile”.

Maverick Vinales (Getty Images)
Maverick Vinales (Getty Images)

Nel box Yamaha si attende l’esito del tampone di Valentino Rossi in vista della gara di Valencia. In caso di prolungata positività la casa di Iwata dovrà nominare obbligatoriamente un sostituto e potrebbe essere la volta di Jorge Lorenzo. Nei due precedenti Gran Premi al MotorLand di Aragon il box dei diapason è stato occupato dal solo Maverick Vinales, alle prese con condizioni difficili che lo hanno fatto retrocedere in classifica iridata. Per il pilota di Roses quello di Valencia sarà un doppio turno importante per le sorti iridate.

L’emergenza Covid-19 tiene sulle spine tutti i protagonisti del Motomondiale. Dopo i casi Jorge Martin, Valentino Rossi,, Tony Arbolino, Riccardo Rossi e degli ingegneri Yamaha, l’esito del tampone richiesto dalla Dorna lascia tutti sulle spine. Saltare anche un solo GP significherebbe dire addio ad ogni speranza mondiale. “Il problema principale dal mio punto di vista è che puoi fare tutto alla perfezione, ma se uno della tua squadra ha il Covid-19, allora lo avrai anche tu – ha sintetizzato Maverick Vinales -. Soprattutto i ragazzi che siedono sull’aereo e viaggiano con persone che non vengono dal paddock della MotoGP. Non sono stati testati, può colpirti rapidamente… Cerco ancora di fare la cosa giusta e di stare a casa il più possibile, anche se non al 100%, perché dobbiamo prendere un po’ d’aria fresca o diventerai pazzo. Quando resti solo rinchiuso a casa secondo me la parte più pericolosa è viaggiare. Una volta che sei nel paddock della MotoGP, sono stati testati tutti”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

When you realize you don’t race this weekend 😧 #MV12 – #12gang #MonsterYamaha #MotoGP

Un post condiviso da Maverick Viñales (@maverick12official) in data: