La squadra che corteggia Mick Schumacher: “Per noi sarebbe un onore”

La Haas ammette che “sarebbe un onore” ingaggiare Mick Schumacher per la prossima stagione, secondo il team principal Guenther Steiner

Mick Schumacher (Foto Ferrari)
Mick Schumacher (Foto Ferrari)

Ingaggiare Mick Schumacher per il 2021 sarebbe nientemeno che “un onore” per la Haas, stando a quanto afferma il team principal Guenther Steiner. La ferrarina americana, del resto, ha già annunciato che né Kevin Magnussen, né Romain Grosjean saranno riconfermati nella prossima stagione e dunque si attende ormai solo l’annuncio ufficiale dell’ingaggio del figlio d’arte tedesco, ritenuto il candidato favorito ad uno dei due sedili.

Steiner ha dichiarato ai microfoni della televisione teutonica Rtl che la Haas è “all’ultimo rettilineo” per quanto concerne la decisione della sua coppia di piloti per il campionato che verrà. E alla prospettiva di accogliere in squadra il 20enne erede del leggendario Michael Schumacher, il boss ha commentato: “Per noi sarebbe un onore. Rivedere uno Schumacher in Formula 1 sarebbe bello per la Germania e per tutta la Formula 1“.

Schumacher e Mazepin i piloti della Haas 2021?

Ancora non si parla di una certezza assoluta, almeno per ora: “Non lo so, lui è un pilota Ferrari“, aggiunge. “Ma sarebbe positivo se potessimo finalizzare una decisione prima del termine della stagione”. Per il ruolo di seconda guida continuano le trattative con il russo Nikita Mazepin, che potrebbe così comporre uno schieramento fatto tutto di debuttanti. “Non abbiamo nulla da perdere per il prossimo anno”, prosegue Steiner. “Per gli esordienti sarebbe un’opportunità di imparare molto senza avere troppa pressione addosso e poi essere pronti per il 2022”.

Leggi anche —> Mick Schumacher si scalda già: “Sono pronto per la Formula 1”

Mick Schumacher (Foto Bryn Lennon/Getty Images)
Mick Schumacher (Foto Bryn Lennon/Getty Images)