Ferrari, anche a Imola arriva una batosta in qualifica

Ferrari senza smalto pure sul tracciato di casa ad Imola. Vettel fuori al Q2. Leclerc non riesce a ripetere la performance del Portogallo.

(Ferrari Twitter)

Che fosse in difficoltà lo si era capito sin dall’unica sessione di prove libere disputata questo sabato sul tracciato del Santerno, ma in qualifica è arrivata la conferma. Se le premesse sono quelle che abbiamo visto nel pomeriggio la gara della Ferrari sarà tutta in salita, alla faccia dell’effetto round casalingo. Il Predestinato Leclerc non è stato in grado di andare oltre la settima piazza dopo essersi a lungo lamentato dell’inguidabilità della sua SF1000, mentre Vettel, come ormai prassi è rimasto bloccato alla seconda fase. Qualcosa di inspiegabile e angosciante se si pensa che parliamo di un quattro volte campione del mondo.

Chiaramente contrariato per il crollo inaspettato, Charles, staccato di 1″ dal poleman Bottas, ha ammesso di essere rimasto sorpreso: “Eravamo contenti perché da due gare a questa parte avevamo visto progressi”, il suo rammarico. “Credo che avrei potuto fare un giro migliore, dunque è anche colpa mia”. Se il monegasco ha molto da recriminare, resta inspiegabile quanto sta accadendo a Sebastian, tredicesimo e ormai quasi incapace di fare quel quid in più necessario per passare all’ultima e decisiva tranche delle qualifiche.  La sensazione, magari sbagliata, è che il muretto rosso non abbia alcun interesse a vederlo progredire. Dopo tutto, giusto una settimana fa a Portimao il boss Mattia Binotto lo aveva definito un secondo pilota decadente, dotato della medesima monoposto del compagno di squadra, ma troppo bollito per condurla nelle stesse posizioni. “Mi sono trovato bene con la vettura e  sentito più a mio agio, tuttavia non siamo riusciti a fare la differenza rispetto agli altri e questo è stato sorprendente”, ha affermato il driver di Heppenheim, come prevedibile esterefatto per la sua situazione attuale.

Leclerc (Ferrari Twitter)

Chiara Rainis