Sainz parla già da ferrarista: “Voglio guidarli nella giusta direzione”

Carlos Sainz Jr. non vede l’ora di vestirsi di rosso. Lo spagnolo, infatti, parla già da pilota Ferrari e punta in alto.

Carlos Sainz (Getty Images)
Carlos Sainz (Getty Images)

Carlos Sainz è già certo di poter guidare una Ferrari nella prossima stagione, ma ha davanti a sé ancora questo finale di 2020 da chiudere alla grande con la McLaren. La casa britannica in questi due anni gli ha dato la possibilità di mettersi in luce regalandogli la giusta passerella per saltare a Maranello.

Come riportato da “Marca”, lo spagnolo ha così parlato quest’oggi del suo futuro approdo in rosso: “Io sono il primo che vuole arrivare in Ferrari per aiutare e guidare la squadra nella giusta direzione e voglio costruirmi una carriera in Ferrari e crescere come pilota. Apprezzo le parole di Mattia e sono sicuro che finalmente avrò la possibilità di avere una macchina migliore il prossimo anno, ma non ho preso ancora contatti con gli ingegneri e con i membri della Ferrari“.

Sainz: “Mi piace il format del weekend in due giorni”

Sainz ha poi proseguito: “Oggi quando sono ritornato in pista c’erano tanti tifosi che si sporgevano dalle recinzioni del parco adiacente il circuito e ho già notato un’ottima accoglienza e tanti messaggi di incoraggiamento. Le persone sono motivate e desiderose, proprio come a Monza e al Mugello e queste sensazioni sono qualcosa di unico. Sarà impressionante il prossimo anno come pilota Ferrari“.

Infine il driver iberico ha così concluso: “Fare un Gran Premio in due giorni è complicato, ma sarà lo stesso per tutti, quindi non è che abbiamo uno svantaggio sugli altri. Sarà emozionante e non vedo l’ora. Un’ora e mezza di prove libere sarà sufficiente per abituarmi alla macchina e avere un assetto decente. Mi piace questo format di due giorni. Certe volte abbiamo troppo tempo per provare, alla fine siamo i migliori piloti e i migliori ingegneri al mondo e quindi sarebbe più interessante avere meno tempo per adattarci”.

Antonio Russo

Carlos Sainz e Charles Leclerc (Getty Images)
Carlos Sainz e Charles Leclerc (Getty Images)