Binotto getta già la spugna: “Anche nel 2021 non lotteremo per il Mondiale”

Mattia Binotto mette le mani avanti: la Ferrari non potrà puntare al titolo il prossimo anno, ma bisognerà aspettare il 2022

Il team principal della Ferrari, Mattia Binotto (Foto Mark Thompson/Getty Images)
Il team principal della Ferrari, Mattia Binotto (Foto Mark Thompson/Getty Images)

Mattia Binotto ha già messo le mani avanti. Anche in vista della prossima stagione di Formula 1, il team principal della Ferrari ha fissato obiettivi molto modesti: il ritorno alle posizioni da podio. Quanto al sogno di tornare a lottare per il Mondiale, il boss della Rossa di Maranello getta già la spugna, prima ancora che inizi il campionato.

“Realisticamente no, per il Mondiale penso onestamente di no”, ha ammesso ai microfoni di Sky Sport. “Deve tornare a lottare regolarmente per il podio, questo deve essere il nostro obiettivo. Sono certo che questa squadra è viva, sono certo che faremo un passo avanti”. Per ritrovare la via della vittoria o della corsa all’iride bisognerà invece attendere l’entrata in vigore del nuovo regolamento tecnico, fissato per il 2022.

Le speranze per il titolo Ferrari rimandate al 2022

“È il momento giusto per un cambio forte”, mette in chiaro l’ingegnere italo-svizzero. “Abbiamo l’opportunità di partire tutti con il nuovo regolamento 2022 e non solo, potremo tutti lavorare sull’aerodinamica 2022 solo da gennaio prossimo. Si tratta di una bella sfida, è una forte discontinuità, rimescolerà le carte. Il regolamento per come è stato scritto è molto restrittivo, quindi ci sono poche opportunità di inventarsi qualcosa di strano. Le premesse sono quelle giuste: cercare di aumentare la spettacolarità, le vetture potranno perdere meno prestazione aerodinamica stando più vicine a quella davanti”.

Binotto non si aspetta dunque enormi balzi in avanti per il prossimo campionato, ma si dice comunque ottimista per il prossimo futuro, anche alla luce della crescita dimostrata da Charles Leclerc con il quarto posto di Portimao, grazie ai continui sviluppi introdotti sulla SF1000. Intanto il team principal ha accolto con un sorriso l’imitazione di Maurizio Crozza: “Quando l’ho visto per la prima volta mi sono messo a ridere e lo faccio ancora ogni volta che lo vedo. Mi crea simpatia, mi diverte. Tutto sommato essere imitati da Crozza è divertente, in questa stagione ci sta, sdrammatizza anche la situazione, va bene così”.

Leggi anche —> Binotto dimentica Crozza e annuncia: “Abbiamo capito”

Il team principal della Ferrari, Mattia Binotto (Foto Mark Thompson/Getty Images)
Il team principal della Ferrari, Mattia Binotto (Foto Mark Thompson/Getty Images)