MotoGP, Alzamora: “Alex Marquez sta bruciando le tappe”

Emilio Alzamora esalta l’evoluzione di Alex Marquez in sella alla RC213V. “Ci sorprende, sta crescendo prima di quanto pensassimo”.

Carlo Fiorani ed Emilio Alzamora (getty images)

Nonostante la caduta nel GP di Teruel c’è soddisfazione in casa Honda per l’adattamento di Alex Marquez alla RC213V. L’ex campione Moto2 ha compiuto un decisivo step durante il test IRTA di Misano, tanto da riuscire a conquistare due podi consecutivi, uno sul bagnato e l’altro sull’asciutto. Tant’è che lo zero ottenuto nell’ultima gara non viene considerato un brutto risultato, bensì un errore da rookie.

Il suo manager Emilio Alzamora si dice soddisfatto dei risultati del suo giovane pilota. “All’interno del team, tutti noi che abbiamo supportato Alex siamo rimasti molto molto soddisfatti di vedere come sta progredendo e come in modo intelligente stia bruciando tappe in un anno non facile. La verità è che ci sorprende piacevolmente. Si sta evolvendo più velocemente di quanto ci aspettassimo”.

Alex più veloce di Lorenzo

La Honda RC213V non è una moto facile per qualsiasi rookie, ma Alex Marquez sta dimostrando di aver compreso il modo per sfruttare tutto il potenziale della moto. Inoltre le doppie gare sullo stesso circuito gli permettono di migliorarsi e di evolversi in tempi più rapidi. “Alex sta lavorando e facendo le cose passo dopo passo. Non avere fretta gli sta permettendo di non avere grandi cadute. A poco a poco, con il team tecnico, trovano il loro assetto per ottenere il massimo da questa moto con la loro guida”, ha aggiunto Emilio Alzamora ai microfoni di Motogp.com.

L’anno scorso Jorge Lorenzo ha riportato diverse cadute senza mai riuscirsi ad avvicinare al podio. In questo Alex Marquez è riuscito ad essere migliore. “Senza dubbio la Honda è una moto molto competitiva. Lo dimostrano i titoli che Marc ha vinto, inoltre la Honda è una moto il cui modo di guidare è un po’ particolare e bisogna saperlo capire”.

Alex Marquez (getty images)