GP dell’Emilia Romagna: ecco la decisione del governo sul pubblico

E’ arrivata la risposta definitiva sul GP dell’Emilia Romagna previsto il prossimo weekend. Sulla carta era aperto agli spettatori.

(©Getty Images)

Fino all’ultimo, nonostante l’ordinanza governativa, l’Emilia Romagna aveva sperato di poter accogliere la F1, assente dal 2006, con tutti i crismi e soprattutto con il popolo degli autodromi che, sin dall’apertura della vendita dei biglietti, aveva preso d’assalto il sito, ed invece non sarà fattibile. Il nuovo Dpcm emanato dal premier Giuseppe Conte a seguito dell’incremento esponenziale dei casi da Coronavirus, ha fatto tramontare ogni speranza. Sulle tribune del Santerno non ci saranno quindi i 13.000 spettatori previsti, ma il vuoto e il silenzio. Lo ha comunicato ufficialmente Formula Imola. “Ha prevalso una valutazione estremamente prudenziale nonostante il programma di svolgimento dell’evento prevedesse una disciplina rigidissima di molteplici controlli sanitari e di sicurezza sia per quanto riguardava le vie di afflusso che di deflusso degli spettatori che hanno acquistato un titolo valido per un posto a sedere pre-assegnato ed opportunamente distanziato nel rispetto delle regole anti-Covid”, si legge sulla nota.

Fino all’ultimo il promoter aveva provato a tenere aperta la possibilità di una gara con i fan, addirittura proponendo un’ulteriore riduzione della capienza, ma l’esecutivo è stato tassativo e con il provvedimento dello scorso 24 ottobre ha decretato lo stop agli eventi sportivi con pubblico. Per accogliere i tifosi, l’Enzo e Dino Ferrari aveva creato perfino degli spalti “a petalo”, spazi ad hoc contenenti un massimo di 1000 persone, dotati di percorsi agili di entrata e uscita,  sedute distanziate e con obbligo di mascherina.  A ciò va aggiunto che ogni settore sarebbe stato dotato di maxi schermo, così da evitare inutili spostamenti, nonché aree ristoro e servizi igienici dedicati, in modo da non mescolarsi con i possessori del biglietto di altri “spicchi”.

L’organizzatore del gran premio ha fatto inoltre sapere che al momento sta studiando un piano per effettuare i rimorsi nel più breve tempo possibile.

Una fase di gara di un vecchio Gran Premio di Imola di Formula 1 (Foto Ferrari)
Una fase di gara di un vecchio Gran Premio di Imola di Formula 1 (Foto Ferrari)

Chiara Rainis